Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Banditi legano in casa imprenditore e suo figlio

Momenti di terrore per un imprenditore e il figlio sorpresi questa mattina da cinque malviventi nella loro abitazione di contrada Iazzo Vecchio, a Borgetto (Palermo) per avere la combinazione della cassaforte: rubati 15.00 euro e gioielli
Di Redazione

PALERMO - Legati, picchiati e rapinati, momenti di terrore per un imprenditore e il figlio sorpresi questa mattina da cinque malviventi nella loro abitazione di contrada Iazzo Vecchio, a Borgetto (Palermo). Le vittime sono Benedetto e Riccardo Cucchiara, di 59 e 24 anni. Proprietario della ditta Cucchiara srl, consorziata della società Eco Burgus che fornisce i mezzi a nolo all'Ato rifiuti Palermo 1, l'imprenditore è stato bloccato sull'uscio di casa mentre stava andando a lavoro.   Costretto dai cinque incappucciati e armati a rientrare nell'abitazione, è stato legato insieme al figlio. I due non hanno opposto resistenza. Benedetto Cucchiara ha fornito ai rapinatori il codice della cassaforte dalla quale sarebbero stati rubati circa 15 mila euro in contanti, preziosi e il dvr del sistema di video sorveglianza. In casa c'era pure una donna anziana che sarebbe stata chiusa in bagno. Sulla rapina indagano i carabinieri.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA