Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Saccense ucciso a Roma Fermati i tre presunti assassini Arrestate tre persone, una ha confessato

I carabinieri hanno arrestato due uomini e una donna accusati di avere ammazzato Luigi Solano di 31 anni e di avere poi nascosto il cadavere. La gelosia sarebbe il movente alla base del delitto
Di Redazione

Tre persone sono state arrestate dai carabinieri per l'omicidio del giovane originario di Sciacca Luigi Solano di 31 anni. Il corpo del ragazzo è stato trovato lo scorso 8 giugno nei pressi della stazione di Santa Severa Nord nel comune di Tolfa in provincia di Roma, ma l'omicidio risalirebbe a due giorni prima. In manette sono finiti due uomini e una donna con un provvedimento di fermo di indiziato di delitto su decreto della Procura della Repubblica del Tribunale di Civitavecchia. Il corpo di Solano era irriconoscibile ed occultato tra alte erbacce e sotto una pesante lastra metallica. A permettere di risalire ai presunti autori del delitto sono state le tracce riscontrate dai Carabinieri ed anche l'acquisizione di testimonianze da parte di persone che avrebbero riferito notizie utili. Le persone fermate erano state viste in compagnia della vittima nelle ore precedenti il delitto. Importante ai fini dell'inchiesta le immagini di una lite ripresa dal sistema di video sorveglianza all'interno della Stazione di Roma Termini, del 4 giugno scorso, che ha visto coinvolti proprio Solano e due degli indagati. Messi alle strette dai carabinieri uno dei tre avrebbe confessato chiarendo le modalità del delitto. Solano sarebbe stato ucciso per gelosia, perché il giovane avrebbe fatto avances nei confronti della compagna di uno dei tre fermati.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: