Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Palermo, padre e due figli rapinano commerciante: arrestati

I tre nello scorso dicembre aveva aggredito, minacciato e picchiato un commerciante che stava uscendo di casa per andare al lavoro
Di Redazione

I Carabinieri di Carini hanno arrestato su ordine del Gip del Tribunale di Palermo, Vincenzo Zinna, palermitano di 42 anni e i suoi due figli, Giovanni di 22 anni e un minorenne, tutti ambulanti nel settore ortofrutticolo. I tre sono accusati di tentata rapina aggravata perché lo scorso 16 dicembre a Carini hanno aggredito un giovane commerciante nel settore ortofrutticolo. Quest'ultimo, mentre stava uscendo di casa per recarsi a lavoro, intorno alla mezzanotte, veniva aggredito dai tre che, minacciandolo con una pistola, gli intimavano di consegnare loro il denaro. Al suo rifiuto, i tre malviventi iniziavano a percuoterlo con calci e pugni, per poi darsi alla fuga a bordo della loro autovettura. La vittima però si poneva all'inseguimento dei tre rapinatori, i quali, per assicurarsi la fuga, lo aggredivano nuovamente, intimandogli di non denunciare l'accaduto. La vittima fortunatamente non si è lasciata intimorire ed ha avvisato i carabinieri che sono riusciti a ricostruire i fatti e ad individuare i componenti della banda. I due adulti sono stati rinchiusi al Pagliarelli di Palermo, mentre il minore è stato collocato presso il centro di accoglienza di Caltanissetta.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA