Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Resuttano, ultimato il by pass per aggirare il ponte pericolante sul torrente

Di Gandolfo Maria Pepe

Resuttano (Caltanissetta) - Non è stata ancora inaugurata ufficialmente e probabilmente mai lo sarà, ma è già operativa la bretella costruita per aggirare il torrente “Guardiola” il cui soprastante ponte è pericolante e ciò rende impercorribile l’ex Consortile 22 “Serra del Monaco” che collega Resuttano con le frazioni di Ciolino, Monaco di Mezzo, Santa Nicola. In concreto cinque mesi dopo la chiusura della strada per il grave rischio di crollo, con il rischio di isolamento e quindi di fallimento per più di 50 aziende agricole che orbitano in questa parte di territorio, il percorso alternativo è stato realizzato. Il tutto è stato reso possibile quasi rispettando i tempi previsti all’inizio, realizzando il by pass, con la bretella costruita su un enorme tubo armco dal diametro di 3 metri dove fare confluire l’acqua del torrente, permettendo ai veicoli di passarci sopra. Sono state pure costruite delle grandi gabbionate di pietra che possano bloccare il terreno che potrebbe scivolare, ed il fondo stradale è in breccia.

Pubblicità

Rispetto al programma iniziale invece non sono stati posizionati i guard rail, preferendo della rete rossa che segnali il pericolo per una strada che resta comunque provvisoria, in attesa che in autunno comincino i lavori sul torrente. La somma stanziata per i lavori è stata di 112 mila euro e i lavori sono stati eseguiti dalla ditta Edil Aurora Strade di Favara. Sono stati stanziati invece 350 mila euro per il progetto esecutivo sul torrente “Guardiola”, dopo i sondaggi fatti dalla Geoplants. Soddisfatti i titolari delle aziende agricole della zona e il sindaco Rosario Carapezza, che hanno visto salvaguardata l’economia locale. Le aziende potranno andare avanti con serenità ed affrontare con tranquillità la stagione estiva, che coincide con la raccolta agraria e con il portare a casa tutti gli investimenti ed il lavoro di un anno.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: