home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

"Incarico da 40 mila euro a Valentina Scialfa": rinviato a giudizio ex manager "Garibaldi"

L'inchiesta della Procura di Catania, sull'incarico conferito da Giorgio Santonocito, dopo un esposto del Codacons. Il medico ed ex assessore della giunta Bianco, non è indagata

"Incarico da 40 mila euro a Valentina Scialfa": rinviato a giudizio ex manager "Garibaldi"

Giorgio Santonocito, Valentina Sciacca

CATANIA - La Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per abuso d’ufficio dell’ex direttore generale dell’ospedale Garibaldi, Giorgio Santonocito, per un incarico da 40 mila euro conferito nel 2015 e prorogato nel 2016 come medico esterno alla dottoressa, ed ex assessore allo sport della giunta Bianco, Valentina Scialfa, che non è indagata. Lo rende noto il Codacons, rappresentato dall’avvocato Carmelo Sardella, che sulla vicenda aveva presentato un esposto alla Procura e una segnalazione all’Anac, e che è parte lesa nel procedimento.

L’udienza preliminare si terrà il prossimo 13 febbraio davanti al Gup Maria Ivana Cardillo. Per la proroga dell’incarico sono imputati anche l’allora direttore amministrativo Giovanni Annino, l’allora direttore sanitario Anna Rita Mattaliano, e l’allora dirigente del settore Affari generali Gaetana Bonanno. «Avevamo visto giusto», afferma Giovanni Petrone, presidente regionale del Codacons, che esprime «soddisfazione per il lavoro svolto dalla magistratura».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 4
  • Urologo

    06 Dicembre 2018 - 18:06

    Questo è il marciume che vige alk'inrerno della dirigenza deglibospedali catanesi. Soldi elargiti ai soliti amici dei politici sotto forma di fantomatici incarichi (vorrei una dimosteazione concreta si cosa hanno fatto veramente). Mentre al Vittorio emanuele vengono licenziati 50 operai delle pulizie che prendono meno di 800 al mese per sopravvivere con la scusa che non servono piu. Chiedo chi fa le pulizie negli ospedali se chi pulisce viene licenziato. Certo per uno che prende 40000 euro per un incarico, decine operai che fanno le pulizie negli ospedali vengono licenziati. Poi si meravigliano se ci sono le infezioni magari daranno altri incarichi da quarantamila euro per la prevenzione delle infezioni.

    Rispondi

  • Urologo

    06 Dicembre 2018 - 18:06

    Questo è il marciume che vige alk'inrerno della dirigenza deglibospedali catanesi. Soldi elargiti ai soliti amici dei politici sotto forma di fantomatici incarichi (vorrei una dimosteazione concreta si cosa hanno fatto veramente). Mentre al Vittorio emanuele vengono licenziati 50 operai delle pulizie che prendono meno di 800 al mese per sopravvivere con la scusa che non servono piu. Chiedo chi fa le pulizie negli ospedali se chi pulisce viene licenziato. Certo per uno che prende 40000 euro per un incarico, decine operai che fanno le pulizie negli ospedali vengono licenziati. Poi si meravigliano se ci sono le infezioni magari daranno altri incarichi da quarantamila euro per la prevenzione delle infezioni.

    Rispondi

Mostra più commenti

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa