Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Traslata ai Rotoli la salma di Francesca Morvillo

La moglie del giudice Giovanni Falcone sepolta in un'altra cappella gentilizia

Di Redazione

Traslata questa mattina dal cimitero palermitano di Sant’Orsola a quello dei Rotoli la salma di Francesca Morvillo, moglie di Giovanni Falcone, uccisa nella strage di Capaci del 23 maggio 1992.
Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, accogliendo la richiesta dei familiari e in considerazione della «straordinaria esperienza di vita del giudice Francesca Morvillo, volta all’affermazione dei valori della legalità e della giustizia», ha disposto la concessione di una sepoltura gentilizia.
La salma è stata accompagnata da un picchietto d’onore della polizia municipale con il gonfalone della Città. Alla cerimonia, che sì è svolta in forma strettamente privata, ha preso parte Alfredo Morvillo, fratello della defunta, oltre a Orlando e agli assessori Giusto Catania, Cesare Lapiana e al comandante della Polizia municipale Vincenzo Messina.
 
Lo scorso giugno, lo ricordiamo, la salma di Giovanni Falcone fu traslata nel Pantheon di Palermo, la basilica di San Domenico dove riposano gli illustri della Sicilia. In quella occasione si innescarono le polemiche di coloro che avrebbero voluto che la salma di Francesco Morvillo venisse sistemata accanto ai resti di Falcone. Fu Maria Falcone a scoprire il drappo tricolore davanti ad autorità istituzionali e alla cittadinanza. Lucia Borsellino, figlia del giudice Paolo ucciso nella strage di via D'Amelio, scoprì le lapidi dedicate agli agenti trucidati negli attentati del 1992.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA