Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Vincenzo Grifo, un debutto "graffiante"

Di Redazione

Tutta Naro, non solo quella che ama il calcio, martedì sera è rimasta incollata davanti alla tv in attesa che debuttasse il centrocampista Vincenzo Grifo. Si tratta della prima volta in assoluto che un calciatore di origine agrigentina (il papà è nato per l'appunto nella Fulgentissima), ha giocato con la casacca della Nazionale maggiore. Il centrocampista dell’Hoffenheim, entrato dal primo minuto della ripresa al posto di Chiesa, è stato una delle note liete della serata, una delle scelte più sorprendenti di Roberto Mancini, dal momento che fino ad oggi aveva giocato solamente quattro gare con la maglia dell’Under 20. L'atleta, classe 1993, non dimenticherà mai più la data del 20 novembre del 2018. Contro gli Stati Uniti ha ricevuto la media del 6,5 tra tutti i maggiori quotidiani sportivi italiani.

Pubblicità

Al termine del match Grifo è stato avvicinato dai microfoni di Rai Sport, mostrando tutta la sua soddisfazione per essere tornato a vestire la maglia azzurra: “Grandissima emozione, sono contentissimo anche per la vittoria all’ultimo minuto. La famiglia mi ha seguito qui, ancora non ho visto il cellulare ma sono sicuro di aver ricevuto tanti messaggi. Decide Mancini, abbiamo fatto una buona partita e sono contento di aver fatto l’esordio. Aspetterò, ho il desiderio di tornare a vestire questa maglia“.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: