Notizie locali
Pubblicità
Catania, fermato al Villaggio Zia Lisa aizza la folla contro i poliziotti

Cronaca

Catania, fermato al Villaggio Zia Lisa aizza la folla contro i poliziotti

Di Fabio Russello

Insulti, ma anche oggetti lanciati dai balconi all’indirizzo dei poliziotti che stavano effettuando dei controlli. E’ accaduto al Villaggio Zia Lisa II agli agenti del Commissariato Librino e della Volanti della Questura di Catania. Tutto è accaduto quando i poliziotti hanno fermato per un controllo il pluripregiudicato S.S. di 53 anni che era alla guida di un’autovettura senza patente e senza assicurazione che poco prima di essere fermato aveva gettato via dal finestrino un oggetto e che nell’autocerticazione aveva attestato il falso. Appena l’uomo ha capito che gli sarebbe stata sequestrata la macchina con una multa di 10 mila euro è andato in escandescenze offendendo e minacciando i poliziotti. ha anche chiesto ai residenti di scendere in strada per dargli manforte. E infatti numerose persone istigate dal pluripregiudicato hanno lanciato all’indirizzo dei poliziotti oggetti dai balconi. Pure il figlio del plupregiudicato, S.M di 23 anni anch’esso pregiudicato e la moglie D.G. di 50 anni sono scesi in strada inveendo contro gli agenti. Nei giorni successivi, S.S. è stato nuovamente fermato al Villaggio Zia Lisa II a bordo della stessa auto in compagnia di un evaso dagli arresti domiciliari, C. L. A. di 53 anni. Anche in questa occasione S.S., ha permesso la fuga del detenuto e, ancora una volta, dai balconi dello stabile in cui abita S.S., i residenti hanno lanciato oggetti contro la Polizia. S.S. è stato denunciato per favoreggiamento personale, resistenza, violenza, minaccia, oltraggio e false attestazioni a Pubblico Ufficiale; mentre, la moglie e il figlio per resistenza, minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA