Notizie locali
Pubblicità
Neonato trovato a Ragusa, parla l'uomo che l'ha salvato: «Era ancora coperto di sangue»

Cronaca

Neonato trovato a Ragusa, parla l'uomo che l'ha salvato: «Era ancora coperto di sangue»

Di Redazione

«Stavo passando davanti alla macelleria, non c’erano macchine parcheggiate e ho visto un sacchetto della spazzatura. Mi sono avvicinato per gettarlo nei bidoni qui vicino. Purtroppo spesso le persone lasciano la spazzatura qui davanti. Mi sono abbassato e a qual punto ho sentito dei lamenti. Ho acceso la luce del telefonino perché c’era buio e appena aperto il sacchetto ho visto un bambino». E’ il racconto dell’uomo – riportato dall’Agi – che ha trovato il neonato in via Saragat a Ragusa. Il piccolo era dentro un sacchetto e avvolto in una copertina. «Era ancora pieno di sangue. Sono cose che credi di potere vedere solo nei film e invece è capitata a me. Non la scorderò per tutta la vita. Si sta male, mi creda, ma mi hanno detto che il piccolo sta bene. Sono contento».

Pubblicità

L’uomo ha subito avvertito la Polizia che ha messo in sicurezza il neonato. Immediata la segnalazione alla Centrale Operativa della Questura che ha inviato sul posto una volante e contemporaneamente un’ambulanza del 118. Il neonato è stato trasportato prima in ospedale per le cure del caso, dove si trova attualmente ricoverato. Per fortuna non corre pericolo di vita. Gli investigatori della Squadra Mobile congiuntamente a personale delle Volanti e della Polizia Scientifica hanno eseguito sopralluoghi nella zona finalizzati a ricostruire la vicenda dell’abbandono del neonato e a risalire agli autori del grave gesto. La Procura dei Minorenni di Catania e la Procura di Ragusa hanno aperto un’inchiesta. Intanto venti famiglie ne hanno chiesto l'adozione.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: