Notizie locali
Pubblicità
Sicilia, legge di stabilità: taglio dei canoni passivi del 5%, ma aumento del 20% per quelli attivi

Economia

Sicilia, legge di stabilità: taglio dei canoni passivi del 5%, ma aumento del 20% per quelli attivi

Di Redazione

Riduzione del 5% all’anno per tre anni dei canoni per le locazioni passive, a partire dal primo luglio; aumento del 20%, sempre dal primo luglio di quest’anno, dei canoni per le locazioni attive e per le concessioni demaniali e patrimoniali non a uso governativo: entrambe le misure anche in deroga alle eventuali clausole stabilite nei contratti.

Pubblicità

E' quanto prevede una norma della legge di stabilità regionale, approvata dalla giunta Musumeci, e in fase di coordinamento tecnico da parte dei tecnici dell’Economia. Le misure previste rientrano nell’accordo raggiunto con lo Stato sulla spalmatura in dieci anni del disavanzo da 1,7 miliardi della Regione e che prevede tagli alla spesa corrente in base a una tabella di marcia inderogabile.

Per quest’anno la spesa deve essere ridotta di 40 milioni di euro. La norma sulle locazioni passive e attive fa salva «la civilistica libertà di risoluzione dei rapporti in corso o diniego di stipula di rinnovi in corso al momento di entrata in vigore» della legge. Per raggiungere la riduzione degli impegni di spesa, dopo il primo triennio, è prevista «una ricognizione del fabbisogno logistico a fronte delle diminuzioni di dotazione organica che può coincidere con due dati: il collocamento progressivo in quiescenza e il mantenimento delle prestazioni lavorative in lavoro agile». La risultante di questi due elementi, secondo il governo, «consentirà un’ulteriore contrazione della spesa sino alla concorrenza del 40% atteso a motivo della individuabilità sul mercato di soluzioni più adeguate al fine».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: