home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sorelle Napoli, scarcerati i tre indagati per minacce e tentate estorsioni

Uno dei tre resta in carcere per altri reati. Il caso delle tre sorelle di Mezzojuso, che da tempo denunciano la mafia dei pascoli, è stato portato alla ribalta dalla trasmissione "Non è l'Arena" di Massimo Giletti

Sorelle Napoli, scarcerati i tre indagati per minacce e tentate estorsioni

PALERMO - Il tribunale del Riesame ha disposto l’annullamento degli ordini di custodia cautelare in carcere nei confronti delle tre persone indagate per minacce e tentativi di estorsione nei confronti delle sorelle Napoli Irene, Gioacchina e Marianna a Mezzojuso (Pa). Il tribunale ha deciso il divieto di dimora nel paese per Simone La Barbera (che resta in carcere per un’altra inchiesta antimafia) detto "il lungo", e la scarcerazione per Antonino Tantillo, detto "Nenè", e Liborio Tavolacci, che erano stati arrestati il 22 dicembre scorso, scrive il Giornale di Sicilia. L’inchiesta è condotta dai carabinieri e dalla procura di Termini Imerese (Pa). Le tre donne, proprietarie di un grosso appezzamento di terreno a Corleone (Pa), da oltre dieci anni denunciano intimidazioni e minacce per costringerle a cedere l’attività agricola di produzione di foraggio e cereali.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

Qua la zampa

GOSSIP