Notizie locali
Pubblicità

Palermo

A Palermo, 94 "posti occupati" al Barbera per le donne uccise quest'anno

Di Redazione

PALERMO - Novantaquattro posti, tanti quante le donne uccise solo quest’anno finora in Italia, saranno insolitamente vuoti questa domenica al «Barbera» in occasione di Palermo-ACR Messina.

Pubblicità

Ognuno sarà un «Posto occupato», come il nome della campagna contro la violenza di genere nata nel 2013 e ideata con l’obiettivo di mantenere alta l’attenzione nei confronti di un fenomeno, la violenza sulle donne, sempre più piaga sociale oltre il limite dell’emergenza.

Il Palermo ha deciso di partecipare all’iniziativa con due gesti simbolici: una poltrona di ecopelle rosa come il colore simbolo del Palermo, in prima fila in tribuna autorità, d’ora in poi sarà sempre «occupata» simbolicamente da ogni donna rimasta uccisa dalla violenza spesso domestica.

E solo per questa domenica altri 93 posti saranno «occupati», quindi non disponibili alla vendita e sparsi in tutti i settori del «Barbera» «perché le donne uccise quest’anno in Italia - scrive il club rosanero - erano o sarebbero potute essere impiegate, giornaliste, casalinghe, figlie, mogli, madri, facoltose, indigenti. La scure della violenza sulle donne non fa alcuna differenza ma ha dei tratti ricorrenti: 80 vittime su 94 sono state uccise in ambito familiare e in 60 di questi casi il killer era il partner».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA