Notizie locali
Pubblicità
Le figlie di Frank Sinatra in Sicilia e al Festival di Sanremo

Palermo

Le figlie di Frank Sinatra in Sicilia e al Festival di Sanremo

Di Redazione

Palermo - Un invito ufficiale per Tina e Nancy, le figlie di Frank Sinatra, dall’assessore regionale del Turismo Manlio Messina per visitare la terra dei loro nonni. I genitori di “The Voice” - il 14 maggio del 1998 -nacquero in Sicilia ed in Liguria: il papà Antonio (Martin) a Lercara Friddi, nel Palermitano, e mamma Natalina «Dolly» Garaventa, a Rossi, frazione di Lumarzo, in provincia di Genova. Entrambi emigrati giovanissimi negli Stati Uniti, nella città di Hoboken, nel New Jersey. La Liguria e la Sicilia ricordano ogni anno con tante iniziative, fra cui “Hello Frank!” a Lumarzo, e il “My Way Festival” a Lercara Friddi, le origini di Frank Sinatra e la straordinaria storia di emigrazione negli Stati Uniti del secolo scorso.

Pubblicità

Tina e Nancy Sinatra non solo sono state invitate, grazie all’intervento di Tony Renis, a Lercara Friddi, ma anche in occasione del Festival di Sanremo 2021. L’assessore Manlio Messina e il suo collega della Liguria, Gianni Berrino, hanno deciso di creare un concreto gemellaggio per realizzare insieme una serie di iniziative per continuare a ricordare questo indimenticabile italiano, figlio della nostra terra. Lo scorso agosto, hanno sottoscritto un’intesa sul turismo, che porterà le due regioni a collaborare su iniziative comuni per promuovere i propri territori, con una strategia comune per favorire il cosiddetto “turismo del ritorno” e delle radici negli Stati Uniti.

«Negli States ci sono tantissimi liguri e siciliani, figli e nipoti di emigrati che solcarono l’Oceano per rincorrere il sogno americano - dice l’assessore Manlio Messina - e Frank Sinatra è l'esempio di un figlio della nostra terra che dal nulla è riuscito a diventare un vero e proprio mito, un’icona della canzone internazionale, un interprete senza tempo, con milioni di fan in tutti il mondo. Se riuscissimo ad intercettare un piccolo segmento di quanti ancora lo amano e ascoltano le sue canzoni - conclude Messina - potremmo avere un grande flusso di turismo culturale e musicale, cosiddetto “di ritorno”. L’obiettivo che abbiamo come governo Musumeci – conclude Messina – è quello di riuscire a portare nei nostri territori meno conosciuti attrazioni per i turisti, legate in questo caso alla musica di Sinatra ma che possano abbracciare anche l’esperienza turistica associata alle eccellenze dell’enogastronomia, lontano dai luoghi di massa.

«In questi anni – prosegue Gianfilippo Geraci, consulente dell’assessore – a Lercara Friddi sono state create diverse iniziative correlate al “My Way Festival”, intitolando un anfiteatro a Frank Sinatra, installando una statua e creando nel 2011 il museo Frank Sinatra e siciliani d’America, dove si trova tutta la discografia di Sinatra, più di trecento dischi in vinile e le prime incisioni, anni ‘30, in 78 giri in bachelite. Ed ancora libri oggetti, biglietti dei concerti, giornali dell’epoca donati dai fan di The Voice».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA