Notizie locali
Pubblicità
Caccamo, la mamma di Roberta: «Voglio giustizia per mia figlia»

Palermo

Omicidio Caccamo, incidente probatorio il 26 maggio per la morte di Roberta

Di Redazione

CACCAMO (Palermo) - Per l’omicidio di Roberta Siragusa, a Caccamo, il 26 maggio si svolgerà l’incidente probatorio, dinanzi al gip del Tribunale di Termini Imerese, Angela Lo Piparo. Verrà sentito il Ctu, il medico legale Alessio Asmundo, che dovrà esporre gli esiti dell’autopsia eseguito sul corpo della ragazza di 17 anni uccisa nelle campagne di Caccamo la notte tra il 23 e il 24 gennaio. Per la morte della giovane è stato arrestato il fidanzato Pietro Morreale, 19 anni. «Il medico dovrà chiarire, - dicono gli avvocati della famiglia di Roberta ,Sergio Burgio e Giuseppe Canzone - scientificamente, le cause della morte di Roberta e la presenza di alcune ferite al viso. Queste risultanze saranno determinanti per il proseguio del procedimento perché dovranno essere esaminate e valutate unitamente agli esiti delle indagini sui reperti operate dai Ris dei Carabinieri di Messina. Già dalla lettura di questi atti emergono circostanze gravi che ci condurranno a ricostruire i fatti per raggiungere il nostro obiettivo: verità e giustizia per Roberta». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA