Notizie locali
Pubblicità
Università: ex Iena Giarrusso al ministero, controllerà i concorsi

Politica

Tangenti Sicilia, Giarrusso (M5S): «Musumeci si dimetta, è gente nominata da lui»

Di Redazione

«Quanto emerso dall’inchiesta della Guardia di finanza di Palermo, che ringrazio per il costante lavoro a difesa della legalità, è terribilmente inquietante. La corruzione, la gestione criminale del denaro pubblico purtroppo oggi appare normale in Sicilia e questo fa doppiamente rivoltare visto che quei soldi lo Stato li spende per la salute dei cittadini e non per arricchire illegalmente squallidi personaggi senza scrupoli. Ma chi ha dato a questi signori spazio e potere? I soliti noti: Crocetta prima e Musumeci poi, che di questi metodi criminali e di questi personaggi inquietanti si servono per avere voti: è Musumeci infatti ad aver nominato Candela Commissario per 'emergenza Covid e in una lista che portava il nome di Musumeci è stato eletto il poco onorevole Carmelo Pullara». Lo dice l'europarlamentare del M5S, Dino Giarrusso.

Pubblicità

«Il presidente della Regione, anziché nominare assessori leghisti che attaccano Mattarella, farebbe bene - aggiungere - a prendere atto del fallimento integrale della sua esperienza politica e farsi da parte. Musumeci aveva promesso che la Sicilia diventerà bellissima, ma con le sue nomine e la sua incapacità conclamata sta facendo di tutto per renderla bruttissima: si dimetta subito, nessuno lo rimpiangerà».

«Questa ennesima inchiesta giudiziaria, questo cancro maledetto che ci condanna a pagare il pizzo a dipendenti dello Stato, ruota attorno ai partiti che ieri hanno inscenato la pantomima penosa della mozione di sfiducia ad Alfonso Bonafede. Dovrebbero vergognarsi anche di uscire di casa. Dopo la sanitizzazione anti-Coronavirus, dovrebbe arrivare una sanitizzazione antipartiti corrotti», conclude Giarrusso. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: