Notizie locali
Pubblicità
Sparatoria Vittoria, colpi esplosi dopo rissa: fermato responsabile

Ragusa

Sparatoria Vittoria, colpi esplosi dopo rissa: fermato responsabile

Di Redazione

Vittoria (RAGUSA) - Un uomo è stato fermato in relazione a quanto avvenuto ieri a Vittoria dove ieri mattina le volanti del Commissariato di Polizia erano intervenute nella centralissima piazza del Popolo, per segnalazione di una rissa con uso di armi da fuoco. La lite scaturita per futili motivi, poi degenerata con il ferimento, non grave, a seguito di colpi di arma da fuoco, di un ragazzo ed una ragazza, medicati presso l’ospedale locale e successivamente dimessi.

Pubblicità


Le indagini, subito avviate dagli investigatori della Squadra Mobile e del locale Commissariato, col supporto della Polizia Scientifica e del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, hanno consentito, nell’arco di poche ore, di accertare che si era trattato di una lite, iniziata all’interno di un pub, degenerata subito dopo con il ferimento dei due malcapitati e hanno consentito di individuare e catturare il soggetto gravemente indiziato di essere l’autore del folle gesto che, dopo la sparatoria, aveva fatto perdere le proprie tracce. Infatti le attività di ricerca avviate immediatamente dalla Polizia di Stato hanno consentito di rintracciare l'uomo. I due ragazzi feriti, trasportati entrambi presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Vittoria, hanno riportato una prognosi rispettivamente di 20 e 25 giorni. Alla luce della gravità dei fatti, dato il pericolo di fuga, l’uomo è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di tentato omicidio. Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato condotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Un altro soggetto è stato invece denunciato a piede libero per favoreggiamento personale.

L’uomo fermato dalla Polizia di Stato è Giovanni Interlici, di 27 anni. Le indagini, coordinate dal pm Santo Fornasier, hanno imboccato subito la via giusta perchè la sparatoria avvenuta nella centralissima piazza del Popolo ha avuto diversi testimoni. Secondo la ricostruzione degli inquirenti il presunto omicida avrebbe fatta delle avances alla ragazza di 23 anni rimasta ferita; l’altro giovane, di 25 anni, si sarebbe trovato coinvolto casualmente nel tentativo di sottrarla alle attenzioni del pretendente. Il diverbio è sfociato nel ferimento con colpi di arma da fuoco nei confronti dei due giovani che sono stati medicati e subito dimessi dopo il ricovero nell’Ospedale di Vittoria. Il presunto omicida, che ha precedenti per rapina e per favoreggiamento nell’omicidio di Francesco Nigito commesso nel 2012, è stato trasferito nel carcere di Ragusa.

Foto di Fabio Baglieri 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: