Notizie locali
Blitz Ermes, villa bruciata a consigliere comunale esposto contro boss

Trapani

Blitz Ermes, villa bruciata a consigliere comunale esposto contro boss

Di Redazione

TRAPANI - Si era esposto attaccando Matteo Messina Denaro. Per questo gli uomini del "padrino" avevano incendiato la villa dell’architetto Pasquale Calamia, consigliere comunale del Pd, a Castelvetrano. E affinché il senso dell’intimidazione fosse ancora più terrificante, gli attentatori gli fecero trovare anche lumini funebri. Il primo passo, era il segnale, poi per Calamia sarebbe scattata la condanna a morte. L’episodio risale al 2010 e viene ricostruito ora dall’inchiesta «Ermes fase 3» sulla rete di Messina Denaro per mettere a fuoco la caratura criminale di uno degli arrestati, Marco Manzo. L’uomo è stato infatti accusato di essere l’autore dell’intimidazione all’esponente del Pd, insieme a due complici. Nel 2015 è stato condannato in via definitiva a quattro anni di reclusione. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA