Notizie Locali


SEZIONI
Catania 10°

Palermo

Palermo, Leo Gullotta «racconterà» il 394° Festino di Santa Rosalia

Di Redazione |

PALERMO – Sarà l’attore Leo Gullotta a «raccontare» il 394° Festino di Santa Rosalia e a «cucire» i vari momenti del grande spettacolo, allestito sotto la direzione artistica di Lollo Franco e Letizia Battaglia, che come ogni anno, il 14 luglio, si snoderà lungo il percorso che dal Piano di Palazzo Reale porta al Foro Italico a Palermo.

Il programma del Festino è stato presentato in una conferenza stampa alla Curia Arcivescovile alla presenza dell’arcivescovo, Corrado Lorefice, del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, dell’assessore alla Cultura del Comune di Palermo Andrea Cusumano, dei direttori artistici del Festino Lollo Franco e Letizia Battaglia, e di Vincenzo Montanelli, direttore tecnico della VM Agency Group che si è aggiudicata l’organizzazione dell’intera manifestazione.

Gullotta aprirà il Festino, intorno alle 21, dal Piano di Palazzo Reale, accompagnando il pubblico, con la sua capacità recitativa e la sua inconfondibile voce, nella rappresentazione della vita della santa, patrona di Palermo. Il primo quadro avrà la coreografia di Luc Bouy e vedrà la partecipazione del Coro delle Voci Bianche della Fondazione «Orchestra sinfonica Siciliana» con la direzione musicale del maestro Giuseppe Mazzamuto.

Il tema conduttore del 394° Festino è «Palermo Bambina» e da qui nasce l’idea di una rappresentazione della «Santuzza», nel periodo in cui matura l’abbandono dell’agiatezza a lei riservata, per la consacrazione a Dio. Il carro, allestito da un team di artiste professioniste, rappresenta un veliero con due alberi e saranno ben visibili i fiori simbolo di Santa Rosalia, rosa e lilium, in un gioco di colori allegro e fiabesco dedicato alla fanciullezza. Al suo fianco, da Palazzo Reale ai Quattro Canti, la Kids Orchestra Band del Teatro Massimo, composta da ragazzi compresi tra gli 8 e i 15 anni.

Domenica 8 luglio, intanto, sono state accese ai Quattro Canti di Palermo, alle 19.30, le luminarie artistiche installate tra Porta Nuova e Porta Felice. Presenti il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’assessore alla cultura del Comune Andrea Cusumano, il capo area del settore Cultura del Comune, Sergio Forcieri, il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando, il direttore artistico Lollo Franco, la coordinatrice artistica e responsabile del corteo Santina Pellitteri Franco e il direttore organizzativo Vincenzo Montanelli della VM Agency Group Srls.

Interamente realizzate da un’azienda locale che ha dato vita a un progetto artigianale, creato appositamente per l’evento in onore della Santuzza, le luminarie, montate lungo il Cassaro, sono composte da 43 archi di cui 23 delle dimensioni di 6,50 metri in lunghezza e 8 in altezza, 12 a palo e 8 tra i Quattro Canti e Via Roma. Complessivamente sono state utilizzate 65 mila lampadine a led ed è stato necessario un cavo per alimentazione di circa 1.600 metri. Sono state attivate cinque forniture straordinarie di energia elettrica per circa 40 kw e sono state impiegate circa tre notti per la completa installazione.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: