Notizie locali
Pubblicità

Sport

A Tokyo per gli azzurri medaglie ogni giorno, il record di un'Italia multietnica e integrata

La gioia del presidente del Coni Giovanni Malagò nella conferenza stampa di chiusura dei Giochi.

Di Redazione

«Per la prima volta nella storia l'Italia ha vinto almeno una medaglia in ognuno dei giorni di gara, un record che nessuno potrà battere ma solo eguagliare», ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò nella conferenza stampa di chiusura dei Giochi Olimpici di Tokyo, da Casa Italia. 

Pubblicità

L’Italia ha chiuso con 40 medaglie: 10 ori, 10 argenti e 20 bronzi. «E' un’Italia multietnica e un’Italia super integrata» ha sottolineato Malagò spiegando che «abbiamo portato per la prima volta ai Giochi atleti provenienti da tutte le regioni e province autonome italiane e abbiamo portato atleti nati in tutti e cinque i continenti». «Nel nostro Paese sono andate a medaglie 16 regioni, contro le 15 della passata edizione, con in testa Lombardia e Veneto che stanno entrando in clima olimpico, per i Giochi invernali del 2026 di Milano-Cortina».

«Quaranta medaglie, lo avevo detto alle persone più care, ero convinto che arrivavamo a 39 - ha svelato il presidente del Coni - ho mia filosofia di vita folle. Faccio da sempre tutto con il numero 13 lo moltiplico per tutto, aggancio il 13 nei contesti della mia vita, ma sapevo che saremmo arrivati a fare meglio della nostra storia. Le mie previsioni realistiche sono state migliorate dalla medaglia delle Farfalle di oggi».  

«C'è stato un diluvio di complimenti da colleghi del Cio per Casa Italia - ha detto ancora Malagò - , è impressionante, tutti comprese le Federazioni internazionali gli stakeholder e i rappresentanti delle prossime olimpiadi. Se c'era un modo di fare sinergie e lobby ci siamo riusciti, abbiamo dato visibilità ad aziende e il giusto onore agli atleti. La credibilità dello sport con questa spedizione credo sia ai massimi livelli. Si sono messi sul tavolo argomenti trattative e ipotesi per realizzare grandi eventi internazionali nel nostro paese. Nei prossimi mesi vedremo, ma si sono creati presupposti ideali».

Malagò ha annunciato che la squadra olimpica azzurra di Tokyo 2020 sarà ricevuta al Quirinale del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il 23 settembre prossimo per la cerimonia della riconsegna del tricolore.  Malagò ha anche aggiunto che sono in corso verifiche per la possibilità di un passaggio anche dal presidente del Consiglio, Mario Draghi, sulla base della compatibilità dell’agenda di Palazzo Chigi. L’ipotesi, ha detto il presidente del Coni, «è per un light dinner la sera del 23, dopo il ricevimento dei medagliati al Quirinale».

«Abbiamo reso felice un Paese» ha detto ancora con orgoglio Malagò, nella conferenza stampa di bilancio delle Olimpiadi di Tokyo 2020 a Casa Italia. «La responsabilità era grande, ma indubbiamente questa squadra che gestisce il Comitato olimpico è molto competente, una cosa molto rara nel nostro mondo», ha aggiunto.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: