Notizie locali
Pubblicità

Sport

Calcio:Morata,futuro Juve?'Qui felice, non dovete chiedere a me'

Spagnolo: 'non ci sono rimpianti per campionato, non servono'

Di Redazione

ROMA, 15 APR - "Futuro alla Juve? Ogni giocatore della Juventus si gioca il proprio futuro qui, in ogni allenamento e ogni partita. C'è una coda lunghissima di giocatori che vogliono venire qui. Quello che ho detto sempre è che do tutto per vincere: per la squadra, per i miei compagni, per i tifosi. Mi sento molto bene alla Juve, sul futuro… non dovete chiedere a me". Così l'attaccante spagnolo della Juventus Alvaro Morata in una intervista esclusiva a Dazn nel format 1vs1: "io sono contento di arrivare ogni giorno all'Allianz, faccio vedere ai miei figli lo stadio e loro mi chiedono di mettere l'inno della Juve ogni mattina e quindi sono felice". Rimpianti o soddisfazioni di questo campionato: "I rimpianti - prosegue Morata - non servono e non ci sono. Abbiamo passato una stagione che è stata come 2/3 mini stagioni in una sola, e non c'è niente di cui lamentarsi. A fine Campionato abbiamo la finale di Coppa Italia da giocare. Quando hai finito ed entri nella stanza dei ricordi, le foto con le coppe contano più di qualsiasi altra cosa. Abbiamo la possibilità di vincere una finale di Coppa Italia, di vincere una coppa." E su Tevez: "Quando ho rivisto Tevez l'ho ringraziato - ha ricordato l'attaccante della Juve - gli devo tanto se sono il giocatore che sono oggi. All'inizio mi guardava male se non gli passavo il pallone quando era davanti alla porta e io calciavo, ma mi ha aiutato anche questo. Per me è uno dei più forti di sempre, ti buttava giù un muro se doveva buttarlo giù, o lo ricostruiva se doveva ricostruirlo in 5 minuti, a volte vinceva le partite da solo. Quando mi ha rivisto mi ha detto che non si aspettava avessi il fisico per giocare largo a sinistra"

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: