Notizie locali
Pubblicità

Sport

F1, Verstappen vince in Olanda davanti la marea orange e torna in testa alla classifica

La Red Bull trionfa e batte nettamente la Mercedes. Hamilton è però secondo

Di Redazione

L’olandese Max Verstappen ha vinto il Gp d’Olanda con una gara perfetta sempre condotta in testa. Marea arancione in festa per il successo del pilota di casa della Red Bull. Al secondo posto la Mercedes di Lewis Hamilton che solo nel finale riesce a fare il giro veloce aggiudicandosi un punto addizionale. Sul terzo gradino del podio l’altra Freccia d’Argento di Valterri Bottas. Quarta l’Apha Tauri di un ottimo Pierre Gasly che ha preceduto la Ferrari di Charles Leclerc, giunto quinto, davanti all’Alpine di Fernando Alonso e alla seconda rossa di Carlos Sainz. Ottavo Sergio Perez sull'altra Red Bull partito dall’ultimo posto, con Esteban Ocon e Lando Norris che chiudono la top ten. Buona prestazione anche se sfortunata di Antonio Giovinazzi sull'Alfa Romeo che precede il compagno di scuderia per questa gara Robert Kubica che aveva sostituito Kimi Raikkonen trovato positivo al covid. 
Sul circuito olandese di Zandvoort, dove è molto complicato superare, la gara è stata abbastanza lineare con i primi tre classificati che hanno fatto una gara a se, doppiando praticamente tutti gli altri. Con questo successo l’olandese Verstappen alla settima vittoria stagionale, è tornato in vetta alla classifica del Mondiale piloti. 

Pubblicità

«Davvero incredibile, le aspettative erano tante e non è mai semplice essere all’altezza. Sono felice di aver vinto qui e aver ripreso la leadership del Mondiale: una giornata straordinaria» ha detto Max Verstappen dopo la vittoria che vale il ritorno in testa alla classifica piloti.

«La partenza è stata importante - spiega il pilota olandese della Red Bull - la Mercedes ha cercato di renderci la vita difficile ma siamo riusciti a gestire tutto molto bene e dobbiamo essere contenti».

«E' stato un week-end fantastico, Verstappen ha fatto un ottimo lavoro. Ho dato tutto quello che avevo e ho spinto dall’inizio alla fine, non potevo andare più veloce di così. Mi sono divertito tantissimo qui, grazie anche al pubblico» ha detto invece Lewis Hamilton, secondo. Qualche sbavatura della Mercedes nella gestione delle soste, con il britannico tornato in pista con tanto traffico. «Volevo separare come fosse il Mar Rosso, qui è molto difficile inseguire chi è davanti - prosegue il pilota britannico della Mercedes, che si consola con il punto addizionale del giro veloce -. Il mio ultimo giro uno dei punti più belli, questa è una delle mie piste preferite e non vedo l’ora di tornare l’anno prossimo».

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: