Notizie locali
Pubblicità

Sport

Juve, bilancio in profondo rosso: -254,3 milioni. Ma il CdA "salva" Allegri

Di Redazione

Conti in rosso per 254,3 milioni di euro per la Juventus nella stagione 2021/22, la prima chiusa senza titoli dopo un decennio di successi. Dopo i 132 milioni della perdita a metà annata, se ne sono quindi aggiunti altri 122 nella seconda metà della stagione. 
 Il progetto di bilancio è stato approvato oggi dal consiglio di amministrazione, riunito sotto la presidenza di Andrea Agnelli. Un cda particolarmente atteso dai tifosi per la delicata situazione della squadra guidata da Massimiliano Allegri, che l’anno scorso ha iniziato il suo secondo ciclo alla Juventus dopo i 5 anni del precedente. Ma il board della Juventus non ha preso oggi alcuna decisione sulla guida tecnica. 

Pubblicità

La perdita di esercizio, di 44,4 milioni superiore a quella della stagione precedente 209,9 milioni), è dovuta principalmente a minori ricavi, per 37,3 milioni: l’ammontare è di 443 milioni rispetto ai 480,7 dell’esercizio precedente. Un calo - spiega la nota della società - originato da minori diritti televisivi e proventi media per 64,8 milioni, «per effetto del minor numero di partite di campionato e Champions rispetto al 2020/21, che beneficiava dello spostamento di alcune partite spostate (per lo stop dettato dal Covid, ndr) dal 2019/2020». La flessione è parzialmente compensata da maggiori ricavi per 24,5 milioni. 
 L’indebitamento finanziario netto del club scende a 153 milioni, contro i 389,2 al 30 giugno 2021. Il bilancio sarà proposto all’approvazione dell’'assemblea degli azionisti convocata il 28 ottobre. 
 Le previsioni per questa stagione, per quanto riguarda i conti, «pur influenzati dal contesto economico, finanziario e politico non favorevole», sono di «un sensibile miglioramento» rispetto a 2021/2022, «ancora penalizzati in misura significativa dagli effetti diretti e indiretti della pandemia da Covid-19». 
 A metà giugno - ricorda la Juventus - il cda aveva approvato il piano triennale per il periodo dal 2022/2023 al 2024/2025, che confermava «sostanzialmente gli obiettivi economico-finanziari contenuti nell’ultima revisione del piano precedente, completata a settembre 2021. 
 Ma ora tocca soprattutto alla squadra confermare questa tendenza con risultati migliori sul campo rispetto al primo mese del 2022/2023. Dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, dunque, Allegri dovrà cercare di riportare la situazione in linea con le aspettative: gli obiettivi prima dello stop per i Campionati del mondo in Qatar sono la rimonta in Champions, cercando di soffiare a Psg e Benfica, uno dei primi due posti del girone che porta agli ottavi, e in campionato risalire dalla mezza classifica dove si trovano i bianconeri dopo le prim sette giornate. La Juventus è attualmente a -7 dalla vetta, con un bilancio di 2 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta, quella di Monza prima dello sosta.
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: