Notizie locali
Pubblicità

Sport

La Salernitana resta in serie A, salvata in extremis dall'imprenditore Danilo Iervolino

Accettata l'offerta del  fondatore dell’ Università Telematica Pegaso, ma cìè un ricorso

Di Redazione

 Il 2022 ha aperto le sue porte con un grande sorriso ai tifosi della Salernitana. L’accettazione dell’offerta d’acquisto presentata dall’imprenditore Danilo Iervolino ha, infatti, scongiurato il rischio di un’esclusione dei granata dal campionato di serie A. I trustee Susanna Isgrò e Paolo Bertoli hanno ritenuto la proposta dell’imprenditore napoletano (10 milioni di euro con il versamento di una caparra da 500 mila euro) la più vantaggiosa tra le diverse arrivate nella casella di posta elettronica del trust Salernitana 2021. 
 La scelta è stata accolta con entusiasmo dai tifosi, che hanno letteralmente invaso i social media del fondatore dell’ Università Telematica Pegaso. Passione ricambiata con parole al miele da parte di Iervolino. «Desidero ribadire la mia soddisfazione e il mio orgoglio nell’aver acquisito la US Salernitana 1919», ha affermato in una nota l 'imprenditore, che si è detto fortemente convinto del progetto intrapreso. Salerno è «una città che amo da sempre, basti pensare che la mia Pegaso è nata proprio a Salerno nel 2006». 
 Per Iervolino è l’inizio di un «cammino bellissimo da fare insieme alla gente di Salerno e alle istituzioni locali e alla storica è gloriosa tifoseria granata». L’intenzione è di provare ad eguagliare sul campo i successi raggiunti nella sua professione. «Lavorerò ad una crescita del club che faccia anche perno su una solida cantera giovanile che nel tempo si riveli preziosissima per l’affermazione dei colori granata in ambito nazionale». Un impegno personale «affinché la Salernitana diventi una fucina di campioni di razza ma soprattutto un punto di riferimento stabile per le giovani generazioni e tutto il mondo del terzo settore». 

Pubblicità

Il tutto rappresentando «un ruolo di cerniera tra le istituzioni, le associazioni e l’intera comunità granata». Le i stituzioni hanno accolto con entusiasmo la svolta societaria avvenuta nella notte di Capodanno. Il sindaco Vincenzo Napoli, che nel pomeriggio ha avuto un colloquio telefonico con Iervolino, ha rinnovato la disponibilità del Comune di Salerno "a sostenere, come sempre, ogni attività del club». Per il deputato del Pd Piero De Luca, invece, la proposta di acquisto presentata da Iervolino (il passaggio di consegne dovrà avvenire entro 45 giorni) «consente di guardare avanti con maggiore ottimismo e fiducia». 

Ma fuori dai confini cittadini c'è chi è pronto a dare battaglia. L’avvocato torinese Francesco Paulicelli ha annunciato all’ANSA che presenterà un esposto alla Procura di Salerno sulla cessione della Salernitana per conto della «PVAM s.a.», fiduciario di un fondo svizzero, «Global Pacific Capital Management doo». La società - secondo quanto denunciato - si è vista rifiutare due offerte per l’acquisizione del club: una di 38 milioni in titoli obbligazionari bancari e un’altra di 26 milioni cash. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA