Notizie locali
Pubblicità

Sport

La nuotata da Guinnes di Neil Agius da Linosa a Malta contro le plastiche in mare

Il primato stabilitop dall'atleta maltese per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'inquinamento

Di Redazione

Il maltese Neil Agius è riuscito a conquistare il primato mondiale di lunga distanza a nuoto no-stop. Partito da Linosa domenica scorsa poco dopo le 17, ieri sera è arrivato alle 22.05 sulla spiaggia della baia di Xlendi, sulla costa nordoccidentale di Gozo. Ha coperto una rotta di 125,6 chilometri in quasi 53 ore a stile libero, durante le quali le correnti lo hanno spinto di almeno 10 miglia nautiche più a nord della rotta ideale, ma lui è riuscito a continuare fino al completamento dell'impresa.

Pubblicità

Secondo la Marathon Swimmers Federation (Msf) il precedente record era di 124,4 chilometri, coperti in 41 ore e 22 minuti nel 2014. 

Agius, 35 anni, è un ex nuotatore olimpico, attivista della campagna Wave of Change contro l’inquinamento delle plastiche in mare e promuove la raccolta di detriti. Nella sua traversata ha fatto una pausa di un minuto per acqua e pasti liquidi ogni 29 minuti, mentre un equipaggio di supporto di 24 membri lo seguiva su una barca. Il suo sforzo è l’ultimo di una serie di maratone di nuoto.

Agius ha precedentemente completato nuotate intorno a Gozo (38 km) e Malta (70 km), nonché una nuotata dalla Sicilia a Malta (95 km) in poco più di 28 ore. 

Nell’ultimo tratto è stato accompagnato da una flottiglia di barche di tifosi. Sul molo all’arrivo ha trovato la fidanzata Lara che gli aveva proposto di sposarlo se fosse riuscito nell’impresa. Un team medico lo ha subito portato in un’ambulanza attrezzata e ne ha controllato le condizioni di salute prima di consentirgli un brindisi con i tifosi. 

Il piano originale era quello di tentare l’impresa fra la Tunisia e la Sicilia. Le condizioni meteo hanno indotto a provare la rotta da Linosa alla Valletta, poi allungata di molto da vento e correnti e conclusa nell’isola settentrionale dell’arcipelago maltese. «Il mare è stato agitato per tutto il team ed abbiamo incontrato anche un temporale di una ventina di minuti» ha riferito uno dei membri del team di supporto che ha scortato il nuotatore con 5 barche a vela e due gommoni.

Agius ha voltuo fare questa impresa per sensibilizzare l’opinione pubblica sull'inquinamento marino e una fondazione da lui fondata, chiamata Wave of Change, incoraggia i residenti maltesi a raccogliere sei pezzi di plastica ogni volta che visitano una spiaggia. 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: