Notizie locali

Archivio

Coronavirus: Spata (comitato tecnico Lombardia), 'fase 2 non uguale per tutti' (2)

Di Redazione

(Adnkronos) - Le ipotesi circa una riapertura di bar e ristoranti a fine maggio in tutta Italia potrebbe essere un problema. "Parliamoci chiaro: la Lombardia non è la Basilicata o la Campania, che sono realtà colpite poco. Qui i contagi non sono a zero, bisogna garantire il distanziamento sociale sia all'esterno che all'interno di locali e uffici".

Pubblicità

Un altra cosa di cui bisogna essere certi all'avvio della Fase 2 è "chi si sta mandando a lavorare", dice Spata. E argomenta: "Chi torna a lavorare e chi torna a fare una vita normale deve essere guarito. E' importante stabilire questo". Anche per il medico, "ci sono ancora troppi pazienti sommersi, che hanno sviluppato sintomi del covid19 ma non hanno fatto i tamponi, Su questi dobbiamo lavorare. Che tornino al lavoro guariti".

I test sierologici sono partiti da ieri, ma hanno principalmente "un compito epidemiologico, fanno una mappatura di chi è venuto a contatto con il virus". A Milano, ad esempio, dove la curva non è ancora scesa in modo definitivo, "potrebbero esserci in giro persone che fanno da vettori del virus. Su questo stiamo lavorando, ed è essenziale: un meccanismo che ci assicuri che - ribadisce - chi torna al lavoro sia guarito".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: