Notizie locali

Archivio

Governo: distanziamento e plexiglass, le consultazioni all'epoca del Covid

Di Redazione

Roma, 28 gen. (Adnkronos) - Nessun collegamento in videoconferenza ma colloqui in presenza e garantendo l'intervento della stampa. Prassi delle consultazioni al Quirinale rispettata per risolvere la crisi di governo, ma con una serie di precauzioni in base alle norme imposte dall'emergenza Covid, salvaguardando sia il Presidente della Repubblica e i suoi consiglieri, sia i componenti delle delegazioni politiche attese al Colle e tutti coloro che si trovano a frequentare il palazzo.

Pubblicità

Così, dopo aver ricevuto ieri i presidenti di Senato e Camera nel suo studio, oggi e domani il Capo dello Stato accoglierà gli interlocutori politici in due Sale, quella degli Arazzi di Lille e quella del Bronzino, usate alternativamente per consentire la sanificazione tra un colloquio e l'altro. Non solo. Non ci saranno faccia a faccia seduti su divani e poltrone, ma i confronti avverranno sistemandosi su due lunghi tavoli dotati di microfoni e soprattutto attrezzati con divisori in plexiglass. Vi possono trovare posto fino a 16 persone, distanziate l'una dall'altra.

Quanto ai giornalisti, impossibile una sistemazione nel corridoio alla Vetrata, tra l'altro in questo periodo chiuso per lavori di restauro. Anche in questo caso, per conciliare esigenze di distanziamento e di presenza per consentire domande ai rappresentanti politici, gli operatori dell'informazione hanno trovato posto nel prestigioso Salone delle Feste, dove solitamente avviene anche il giuramento del governo. Presenze contingentate, però, con turni alternati tra le varie testate, previo tampone prima di poter accedere nel Palazzo. Il tutto integrato dalla diretta streaming.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: