Notizie locali

Archivio

Covid: sindaco Bollate, 'favoritismi su vaccini a over 80 in Lombardia'

Di Redazione

Milano, 20 feb. (Adnkronos) - Francesco Vassallo, sindaco di Bollate, il Comune alle porte di Milano diventato da mercoledì zona rossa, aveva chiesto alla Regione Lombardia la possibilità di dare priorità ai 'suoi' anziani ma gli è stato detto che questo non era possibile. Salvo poi accorgersi che a Cologno Monzese (Milano), amministrata da una giunta leghista, è iniziata ieri la vaccinazione di 500 anziani "con tanto di presenza del consulente Guido Bertolaso". Raccontando quanto accaduto su Facebook, oggi si sfoga: "Venite a somministrarli ai nostri anziani bollatesi al domicilio... Scusate ma mi sento preso per il c... e insieme a me tutti i bollatesi". E ancora: "Sono un uomo delle istituzioni e rispetto le decisioni, le applico, in alcuni casi le condivido ma non sopporto l'ipocrisia".

Pubblicità

La faccenda è rilanciata anche dal consigliere Pd in consiglio regionale, Pietro Bussolati: "Anche sui vaccini, Fontana e Moratti favoriscono i Comuni amici. Vassallo - dice - dopo essersi generosamente adattato - senza polemiche - alla scelta di Regione di mettere il suo Comune in zona rossa, ha chiesto a Fontana di dare la priorità nelle vaccinazioni agli over 80 bollatesi. Regione ha risposto di no, ma poi ha organizzato la vaccinazione di 500 anziani a domicilio a Cologno Monzese, comune amministrato dalla Lega, con tanto di presenza di Bertolaso e grandi annunci sui social del sindaco leghista Rocchi. Il sindaco di Bollate e i bollatesi si sentono giustamente presi in giro e chiedono risposte. È inaccettabile - sottolinea - assistere a spettacoli indegni come questo. Fontana e Moratti chiariscano i motivi di questa scelta e vi pongano rimedio immediatamente", conclude.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: