Notizie locali

Gallery

Catania, Rotary e Comune insieme per i pesci "mangia plastica"

Di Redazione
Pubblicità

Pesci “Mangia Plastica” nelle piazze di Catania. Raccoglitori speciali, per invitare la gente a non buttare ogni sorta di rifiuto per strada e non solo, in piazza Europa e in piazza Giovanni XXIII. “ Stiamo lanciando un messaggio molto importante- afferma Fabio Cantarella, assessore all’Ecologia del comune di Catania- con questa iniziativa vogliamo sensibilizzare la gente e al tempo stesso potenziare la raccolta differenziata. Abbiamo cominciato lo scorso marzo in piazza Nettuno ed ora proseguiamo in piazza Europa, piazza Giovanni XXIII e piazza Stesicoro”. Il progetto, in continua evoluzione, si base soprattutto sulla collaborazione dei più giovani. Il “little flavofish” messo a disposizione da alcuni Rotary Club di Catania e provincia, con la collaborazione della Dusty, rappresenta un manifesto virtuale anche per la tutela dei mari e degli oceani. “ Abbiamo dedicato la nostra attenzione ad una tematica tanto importante come il rispetto dell’ambiente - dice il Governatore del “Distretto 2110 Sicilia e Malta del Rotary International” Valerio Cimino- durante l’arco dell’intero anno abbiamo sviluppato moltissime iniziative specifiche”. “Un problema molto serio è quello delle microplastiche presenti in quantità sempre più elevate nei nostri mari- fa eco Nello Catalano, presidente del “Rotary Club Catania” e capofila del progetto che coinvolge ben 14 club dell’area etnea- per questo motivo stiamo sensibilizzando l’opinione pubblica coinvolgendo dirigenti, insegnanti e alunni di tantissime scuole. Non solo, in questo ambito possiamo contare pure su una forte collaborazione con l’Autorità Portuale di Catania e la Capitaneria di Porto”. Al personale della Dusty il compito di svuotare periodicamente i pesci “mangia plastica”. “Siamo favorevoli ad ogni tipo di iniziativa per tutelare l’ambiente che ci circonda- sottolinea l’amministratore della “Dusty” Rossella Pezzino de Geronimo-. Non bisogna fermarsi ma, anzi, proseguire in questa direzione continuando a parlare di rispetto dei mari; la gente deve finalmente capire che l’inquinamento è dannoso per tutti noi”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità