home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

«Pronto, Mr. Toro? Venga in America, cucinerà per Trump»

L' Executive Chef del Grand Hotel Timeo di Taormina è stato inviato a rappresentare l'Italia e la sua eccellente arte culinaria, alla seconda edizione della Settimana dell cucina italiana, organizzata per novembre a Washington

«Pronto, Mr. Toro? Venga in America, cucinerà per Trump»

Le valigie non sono ancora pronte, ma il menù per l’importante evento promosso dal Ministero degli Esteri e dal Ministero delle Risorse Agricole, è già formulato. «Mi hanno chiesto di “replicare” i piatti preparati per la cena del G7. Quindi riproporrò i tortelli, il trancio di dentice con pomodorini, capperi e basilico e chiuderemo (mi accompagna il pasticcere della mia brigata) con cassata siciliana, setteveli, cannoli e sorbetto. Lo scorso anno era stato chiamato Massimo Bottura (chef famosissimo dell’Osteria Francescana di Modena, ndr): non possiamo sfigurare».

L’Executive Chef prolungherà il suo soggiorno americano per un altro evento che lo riguarda: a New York parteciperà alla presentazione di un libro di cucina, edito da Bianca Magazine, che raccoglie alcune delle sue ricette sulla tradizione culinaria siciliana, rivisitate in chiave più moderna. Per Toro, che deve la sua formazione all’esperienza maturata in tante cucine di hotel e ristoranti europei, ma anche e soprattutto alle preparazioni della sua famiglia contadina, «non ci può essere innovazione senza tradizione». E alla domanda su quale sia il suo piatto forte, tra i tanti prelibati che sa cucinare (scampi in olio cottura con crema di castagne e cipollotto al limone, per citarne uno), lui risponde senza esitazione: spaghetti al pomodoro. E ci svela anche la ricetta di una salsa un po’ speciale che mette insieme tre qualità di pomodoro: Kamarino, Ciliegino e Piccadilly. «Le prime due qualità si sbollentano, si spellano e poi a pezzetti si soffriggono con l’aglio in camicia e la cipolla, che poi saranno eliminati; quindi si amalgamano con l’altro tipo di pomodoro, che prima dobbiamo “passare”». Intanto nell’attesa della partenza, la cucina del Timeo chiama per l’ultimo appuntamento di stasera de “Les Etoiles de la Gastronomie” con lo chef ospite Claudio Sadler. E il piatto è servito.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO