WHATSAPP: 349 88 18 870

Mazara del Vallo, un'altra condanna per Gianni "il Bello": ergastolo per l'omicidio di una donna

Secondo la Corte di Assise di Trapani, l'uomo che accusò Enzo Tortora, uccise nel 2007 la donna italo elvetica Sabine Maccarrone

Mazara del Vallo, un'altra condanna per Gianni "il Bello": ergastolo per l'omicidio di una donna

Gianni Melluso

La Corte di Assise di Trapani ha condannato all’ergastolo Gianni Melluso (detto il «bello"), per l'omicidio della donna italo elvetica Sabine Maccarrone, uccisa nell’aprile 2007 e ritrovata in un pozzo nelle campagne di Mazara del Vallo.

L’imputato, uno dei grandi accusatori di Enzo Tortora, è stato tirato in ballo per il delitto da Giuseppe D’Assaro, un pregiudicato che fece e poi ritrattò dichiarazioni sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone, di cui si sono perse le tracce a Mazara del Vallo l’1 settembre del 2004. D’Assaro, per l’omicidio Maccarrone è stato già condannato a 30 anni di carcere. D’Assaro si autoaccusò dell’omicidio e indicò come mandante Gianni Melluso.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa