Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Legge sulla parità salariale: punto di partenza di Women for Oncology Italy per superare il Gender Gap

Di Redazione

Pubblicità

Rossana Berardi, Presidente di Women for Oncology Italy: “Un gap nel mondo del lavoro che pesa particolarmente nel nostro Paese. Per metterci alla pari, è necessario compiere passi da gigante”. Ecco i prossimi step per colmarlo, a partire dalla Survey appena lanciata per la quale tutti possono dare il proprio contributo.

Roma, 21 gennaio 2022 - Il 3 dicembre 2021 è entrata in vigore la nuova legge sulla parità salariale. Un grande traguardo che le lavoratrici aspettavano da tempo, in favore del quale Women for Oncology Italy- network a sostegno delle professioniste dell'oncologia italiana istituito 5 anni fa come spin-off della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO) - si è sempre battuta, per garantire un mondo del lavoro più equo e senza distinzioni di genere tra uomini e donne.

“Il Gender Gap nel nostro Paese può arrivare fino al 40%, soprattutto tra le professioniste. Paradossalmente più le donne studiano e si laureano prima degli uomini, più fanno fatica non solo a rimanere nel mercato del lavoro, ma a fare anche carriera e quindi vedere riconosciuta la loro qualità e la loro professionalità”, sottolinea Chiara Gribaudo, Parlamentare, Relatrice della Legge Nazionale sulla Parità Salariale. “Questo è inaccettabile, da qui la legge sulla parità salariale, che ci consente di avere una maggior base solida per riuscire ad abbattere in maniera precisa e puntuale le disparità, non solo di carattere economico. La stessa, infatti, introduce per le aziende una serie di novità come un report biennale - obbligatorio per quelle sopra i 50 dipendenti, facoltativo per le altre - per attestare le misure concrete adottate dai datori di lavoro per ridurre i divari su opportunità di crescita, parità salariale a parità di mansioni, gestione delle differenze di genere e tutela della maternità. Tale certificazione di parità sarà consultabile in maniera del tutto trasparente dai lavoratori, dai sindacati, dagli ispettori del lavoro e dalle consigliere di parità e le imprese che la avranno, otterranno uno sconto dell'1% (fino a 50mila euro all'anno) sui contributi da versare”.

Ufficio stampa Mondosanità

Laura Avalle-Cell. 320 098 1950

Liliana Carbone -Cell. 347 2642114

Marco Biondi - Cell. 327 8920962

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: