Notizie Locali


SEZIONI
Catania 27°

Adnkronos

Report Aifa, boom prescrizioni pillola Pfizer, +54% in 7 giorni

Di Redazione |

Milano, 25 feb. (Adnkronos Salute) – Sono oltre 8mila (8.194) i pazienti Covid curati a casa con le pillole antivirali molnupiravir (Lagevrio*) di Merck (Msd fuori da Usa e Canada) e Paxlovid* di Pfizer. Dal quinto report dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa sul monitoraggio degli antivirali per la terapia di Covid-19, finora il numero di trattamenti avviati per Lagevrio risultano 7.282 e quelli avviati per Paxlovid 912, con un boom di prescrizioni per quest’ultimo farmaco in 7 giorni (572): la media giornaliera dell’ultima settimana monitorata è di circa 82 contro 53 nella precedente, in aumento di quasi il 54% (+53,76). Per Lagevrio le nuove prescrizioni sono invece 949, con una media giornaliera che nell’ultima settimana scende a circa 135 da circa 149 della precedente (-9,27%). Paxlovid è stato prescritto in 139 strutture, Lagevrio in 232. Il numero più alto di trattamenti avviati con la pillola di Merck dall’apertura del monitoraggio è quello del Lazio (1.120); seguono Liguria (819) e Veneto (632), mentre la Basilicata è ferma a zero. Per Paxlovid sul podio ci sono il Veneto (149), seguito da Lazio (141) e Toscana (103), con Abruzzo e Basilicata a zero prescrizioni. Negli ultimi 7 giorni ad aver fatto più prescrizioni di molnupiravir è stato il Lazio (175, media giornaliera -6% circa), seguito da Toscana (94, +25%) e Puglia (85, -33%). In testa per nuove prescrizioni di Paxlovid c’è invece il Veneto (125, media giornaliera più che raddoppiata con un +119% e oltre), seguito da Lazio (98, +66%) e Toscana (54, quasi +2%). Per quanto riguarda infine l’antivirale remdesivir, le voci sono due: risultano in totale 3.504 pazienti non ospedalizzati per i quali è stato avviato un trattamento con questa molecola (spiccano l’Emilia Romagna e la Lombardia con 785 e 685 rispettivamente) e 85.057 pazienti ricoverati in ospedale trattati col medicinale. Nell’ultima settimana monitorata, le prescrizioni di remdesivir a pazienti in ossigenoterapia supplementare sono state 710, con una media giornaliera di circa 101, in calo del 20% circa rispetto ai 7 giorni precedenti (127). Mentre per quanto riguarda il trattamento precoce con remdesivir, in 7 giorni le prescrizioni sono state 448, con una media giornaliera di 64, -1,5% circa rispetto ai 7 giorni precedenti (65).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: