Notizie Locali


SEZIONI
Catania 28°

Archivio

**Cinema: è morto l’animatore Dale Baer, icona della Walt Disney**

Di Redazione |

Washington, 18 gen. – (Adnkronos) – Dale Baer, icona della Walt Disney, celebre animatore di tanti film, è morto all’età di 70 anni. La notizia della scomparsa, avvenuta sabato scorso, è stata confermata da Walt Disney Animation. Iniziò la carriera nel 1971 lavorando nello staff come collaboratore degli animatori di “Pomi d’ottone e manici di scopa” e subito dopo di “Robin Hood” (1973), diventando animatore a tutti gli effetti nel 1977 quando disegno ben tre film: “Le avventure di Bianca e Bernie” (1977), “Le avventure di Winnie the Pooh” e “Elliott, il drago invisibile”. In seguito ha fondato un proprio studio, The Baer Animation Company, stabilendo una collaborazione di lunga durata con la Walt Disney Pictures.

Negli studi Disney Baer ha lavorato sia a lungometraggi che a serie televisive. Il suo ruolo di animatore è stato rilevante negli anni ’80 in “Basil l’investigatopo”, “Taron e la pentola magica”, “Il canto di Natale di Topolino”, “La lampada di Aladino”. Baer ha messo il proprio talento al servizio di film di grande successo quali “Il Re Leone” (1994), supervisionando il personaggio di Simba, “Tarzan” (1999), “Le follie dell’imperatore” (2000) – sua la supervisione di Yzma – “Il pianeta del tesoro” (2002), “Mucche alla riscossa” (2004) fino a “La principessa e il ranocchio” (2009).

Durante la sua lunga carriera Dale Baer ha avuto la possibilità di collaborare con leggendari animatori della Disney. Il disegnatore si è impegnato per portare avanti la loro arte e a tale scopo ha anche assunto l’incarico di insegnante presso l’Istituto delle arti della California, fondato da Walt Disney. Aveva supervisionato anche l’animazione di Uffa, il gufo dei cartoni animati della serie di Winnie the Pooh. Nel corso della sua carriera Baer ha animato cartoni della serie di Charlie Brown, Tom e Jerry ed è stato il direttore dell’animazioni del film “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” (1988).COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: