Notizie Locali


SEZIONI
Catania 12°

Archivio

Luca Madonia e il Festival di Sanremo tra mille ricordi siciliani, da Battiato a Carmen Consoli

Di Luca Madonia |

E anche per quest’anno ci siamo. È arrivato il momento di gustarci il Festival di Sanremo e nella mia mente si intrecciano i ricordi di quel palcoscenico che farebbe paura anche all’artista più scafato. La fortuna mia e dei miei ex compagni di viaggio, i Denovo, è stato quello di arrivarci giovani e incoscienti. Prima al Sanremo Rock condotto da Carlo Massarini mentre all’Ariston c’era un gigante come Pippo Baudo. Poi in gara, senza renderci conto di quali ingranaggi muovessero questa mastodontica macchina del carnevale, un carnevale che rappresenta una settimana di follia, di caos, di stress, almeno se non la prendi come si deve, cioè con la giusta filosofia. Sai che Sanremo, per un artista, è solamente un passaggio. Può andare bene e può andare male.

Quel che conta è credere nella tua musica. E questo, Claudio Baglioni lo sa bene. Il suo Festival è specchio dei tempi. E non solo musicalmente. Sanremo è inserito in un contesto che parla a milioni di persone, ed è giusto che i nostri problemi non rimangano fuori dal Teatro Ariston. Ecco perché ho apprezzato la sua presa di posizione sul caso migranti. Lo ha fatto per rispondere alla domanda di una giornalista, ma ha avuto il coraggio di dire come stanno le cose, di esprimere attraverso la sua voce quello che tanti di noi pensano. Ecco perché mi sono sentito in dovere di chiamarlo ed esprimergli la mia gratitudine. Poi, per fortuna, tra lui e Salvini, tutto si è risolto con una telefonata chiarificatrice. Ma i problemi restano e vanno affrontati anche nella settimana del Festival.

Io, intanto, mi porto dentro il ricordo di musica, risate, allegria, un po’ di stanchezza. E quel giorno che salii sul palco con Franco Battiato che mi faceva da… corista. Così decise. Lui, artista dal carisma irraggiungibile che, ridendo, mi diceva: «Ai giornalisti devi spiegare che io sono il tuo corista». E quello splendido trio di “sicilianità” con Franco e Carmen Consoli. Sanremo è anche questo: avere il coraggio di non prendersi troppo sul serio.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati