Notizie Locali


SEZIONI
Catania 32°

Archivio

Sicilia: sindacati, ‘triplice piano straordinario per rilanciare isola e Sud’

Di Redazione |

Palermo, 10 giu. (AdnKronos) – “Nel Sud e in Sicilia, l’economia ha bisogno di un colpo di reni. Al governo nazionale chiediamo un triplice piano straordinario su investimenti, occupazione e infrastrutture. Tre piani da mettere in cantiere subito per evitare di affondare. Per questo manifesteremo assieme alle confederazioni nazionali”. Questa la richiesta avanzata dai segretari generali di Cgil, Cisl e Uil siciliane, Michele Pagliaro, Sebastiano Cappuccio e Claudio Barone, durante gli attivi unitari regionali svoltisi questa mattina a Palermo. Un appuntamento in vista della mobilitazione nazionale del 22 giugno che porterà le confederazioni a Reggio Calabria per la manifestazione ‘#FuturoalLavoro’. Dalla Sicilia, stimano i sindacati, partiranno in seimila tra lavoratori, pensionati, giovani.

“I tre piani straordinari dovranno avere al centro il rilancio degli investimenti pubblici e privati – sottolineano Cgil, Cisl e Uil – Anche con l’attuazione, da parte delle pubbliche amministrazioni centrali e periferiche, della clausola introdotta nella scorsa legislatura nazionale, che impone che il 34% di tutti gli investimenti pubblici sia destinato al Sud. La misura non può restare sulla carta, perché sarebbe l’eutanasia dell’economia nel Mezzogiorno”. Per Cgil Cisl e Uil quello che manca è una visione dello sviluppo e una strategia complessiva “che – sottolineano – francamente non vediamo. “Serve una politica che fermi la deindustrializzazione e allarghi la base industriale meridionale e siciliana promuovendo nuove imprese, incentivando le reti di imprese, sostenendo la crescita dimensionale delle imprese”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: