Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

Parroci

Caritas, don Nuccio Puglisi nuovo direttore a Catania

È stata una bella sorpresa - precisa il nuovo direttore subito dopo la nomina -, nel giorno del Transito di San Francesco, sentirmi chiamare dal mio Vescovo ad un incarico così importante, tanto importante da farmi sentire davvero piccolo.

Di Redazione |

È don Nuccio Puglisi il nuovo direttore della Caritas Diocesana di Catania. Lo ha nominato l’Arcivescovo di Catania, mons. Luigi Renna, lo scorso 4 ottobre.

È stata una bella sorpresa – precisa il nuovo direttore subito dopo la nomina, nel giorno del Transito di San Francesco, sentirmi chiamare dal mio Vescovo ad un incarico così importante, tanto importante da farmi sentire davvero piccolo. E forse è questo… forse è proprio questa piccolezza, questo senso di timore e tremore davanti ad una tale responsabilità, a costituire l’atteggiamento essenziale per affrontare questa nuova stagione del mio ministero. Timore sì, perché più grande è l’amore a cui si è chiamati, più ci si sente amati e ci si sente figli. Paura mai, perché ciò che viene da Dio non deve mai spaventarci: la paura, per ogni cristiano, altro non deve essere se non una ‘collocazione provvisoria’. E vorrei proprio poter dare questo a tutti quei fratelli per cui oggi assumo questo incarico; quei fratelli che magari vivono ogni giorno con la più umiliante delle paure: quella di non poter mangiare, di non poter sentire il profumo di un pane quotidiano”.

Don Gaetano Roberto Puglisi, per tutti padre Nuccio, è nato il 13 aprile del 1978 a Catania. Ordinato presbitero il 3 gennaio 2012, svolge il suo servizio di parroco a Cristo Re in Paternò ed è assistente ecclesiastico degli Scout d’Europa per il distretto della Sicilia orientale.

Da sempre impegnato in prima linea nel coinvolgimento dei giovani alla vita parrocchiale, operando anche nella variegata e complessa periferia catanese, don Nuccio conosce le tante fragilità che affliggono le persone che quotidianamente usufruiscono dei servizi della Caritas e proprio a loro si rivolge nel suo primo messaggio da Direttore: “Vorrei dirgli di non avere paura. Cristo Crocifisso viene in soccorso a tutti, e tutti possono incontrarlo Risorto, anche se all’inizio non lo riconoscono. Ma è solo perché la fame (di cibo e di senso) ci annebbia gli occhi e il cuore. Vorrei che tutti questi nostri fratelli lo incontrassero e lo riconoscessero allo spezzare di un pane, quel pane a cui solo Dio può provvedere, che solo Cristo può spezzare, ma che siamo solo noi a poter donare”.

Don Nuccio è stato chiamato a sostituire don Piero Galvano che per un decennio ha guidato la Caritas Diocesana di Catania. “Dopo 10 anni – evidenzia – è giusto passare il ‘testimone’ ad un altro Direttore più giovane, sia per non correre il rischio di fossilizzarsi, ma soprattutto per dare nuovo impulso creativo alla Caritas nel servire i poveri”. Un impegno quotidiano scandito da iniziative e opere segno che hanno alleviato sofferenze e supportato tante persone a riprendersi. Un percorso intessuto di rapporti e umanità: “Ringrazio innanzitutto – conclude don Piero – i due Vescovi che mi hanno permesso di svolgere questo mio servizio, Mons. Salvatore Gristina e Mons. Luigi Renna, i collaboratori e i volontari della Caritas, tutti i benefattori, le Istituzioni, gli Enti e le Associazioni che in rete hanno collaborato con la Caritas per aiutare le persone bisognose, italiani e immigrati”. In chiusura, nell’ottica del previsto accompagnamento nel corso del passaggio di consegne, “auguro di cuore al nuovo Direttore di servire i poveri secondo lo spirito evangelico di accoglienza, fraternità e di condivisione”.

Ad attendere il nuovo Direttore un cammino impegnativo che affronterà con l’ausilio del vicedirettore Salvatore Pappalardo e di tutta l’equipe dei professionisti della Caritas Diocesana: In questo periodo di grande emergenza sociale, sentiamo la responsabilità della nostra presenza sul territorio – afferma Pappalardo -, pertanto al nuovo Direttore chiederò di guidarci in questo cammino di speranza”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA