Notizie Locali


SEZIONI
Catania 10°

Catania

“DinamicoBus” già scalda i motori: dall’11 febbraio collegamento diretto tra l’area pedemontana e il centro di Catania

Di Redazione |

GRAVINA DI CATANIA – Una nuova linea di trasporto pubblico – si legge in un comunicato – garantirà il collegamento diretto tra l’area pedemontana e il centro urbano di Catania: grazie al lavoro congiunto delle amministrazioni comunali di Gravina di Catania, Mascalucia, Nicolosi, alla collaborazione dell’Azienda siciliana trasporti e all’attività di coordinamento svolta dall’assessorato regionale ai Trasporti guidato dall’on. Marco Falcone, una nuova tratta, della durata di circa 30 minuti, renderà infatti più semplice e immediato il collegamento tra i paesi etnei e il capoluogo.

La corsa inaugurale del servizio definito “DinamicoBus” si terrà venerdì 1 febbraio 2019 in presenza dei tre primi cittadini di Gravina, Mascalucia e Nicolosi – rispettivamente Massimiliano Giammusso, Vincenzo Magra e Angelo Pulvirenti – del sindaco della Città Metropolitana di Catania Salvo Pogliese, del presidente dell’Ast Gaetano Tafuri e di autorità regionali. La corsa “zero”, che seguirà tempi diversi dalla durata d’esercizio, è aperta alla cittadinanza e agli organi di stampa. L’avvio ufficiale e operativo del nuovo percorso è invece previsto per lunedì 11 febbraio 2019. Saranno 12 le corse giornaliere che partiranno dalla piazza centrale di Nicolosi con una fermata in via De Gasperi a Mascalucia per proseguire fino a Gravina con una fermata in prossimità del parco Padre Pio in via Gramsci e quindi verso la fermata della metropolitana “Borgo” a Catania.

«Per il nostro Comune – sottolinea il sindaco di Gravina di Catania, Massimiliano Giammusso – si tratta di un significativo potenziamento del trasporto pubblico locale finalizzato a incentivare i cittadini a non usare l’automobile privata per gli spostamenti. Questi collegamenti si aggiungono alle 11 corse della nostra navetta interna, il metroshuttle e il servizio Brt che serve Fasano e un’altra linea Ast che passa da San Paolo: sono in tutto circa 30 collegamenti giornalieri che consentiranno un collegamento diretto con Catania. Il prossimo passo è quello di realizzare il materiale informativo integrato con tutti i dettagli delle linee e degli orari per una immediata e facile consultazione».

«È una novità importante per la viabilità dei nostri paesi – afferma il sindaco di Mascalucia, Vincenzo Magra -. Un servizio di trasporto pubblico efficiente ha la doppia valenza di garantire gli spostamenti agli abitanti dei nostri comuni e contemporaneamente di snellire il traffico cittadino, permettendo alle persone di spostarsi con i mezzi e non con le proprie auto, nel pieno rispetto dell’intermodalità che rimane l’unica soluzione percorribile sia per il problema degli ingorghi che per l’emergenza ambientale legata all’inquinamento”.

Anche il sindaco di Nicolosi Angelo Pulvirenti esprime soddisfazione per il risultato raggiunto: «Con questo nuovo percorso che nasce dalla sinergia tra le nostre amministrazioni e la disponibilità dell’Ast, cercheremo di dare una risposta alle esigenze di mobilità del nostro territorio. I nostri paesi si trovano lungo un’unica direttrice che porta dal centro di Catania alla porta dell’Etna. E sono sicuro che il collegamento sarà utile anche ai flussi turistici».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA