Notizie Locali


SEZIONI
Catania 35°

Librino

Dopo l’agguato la scuola Fontanarossa riparte dal Teatro

In scena la rivisitazione dell'Opera del Mercante. “La violenza, l’illegalità e tutto quello che è successo alcuni giorni fa non possono fermare la missione di questa scuola" sottolinea la dirigente Concetta Tumminia

Di Damiano Scala |

Ripartire per non darla vinta ai criminali. Ripartire per non ghettizzare l’intero quartiere di Librino a Catania. Ripartire perché la scuola è prima di tutto legalità, speranza e cultura. Così, a pochi giorni dal terribile agguato, nell’istituto Fontanarossa di Catania va in scena, per genitori e alunni, la rivisitazione dell’Opera del Mercante. Nel teatro della Nuova Masseria Moncada nessuno dimentica e allo stesso tempo nessuno vuole darla vinta a quelli che vogliono un territorio emarginato e abbandonato dalle istituzioni. “La violenza, l’illegalità e tutto quello che è successo alcuni giorni fa non possono fermare la missione di questa scuola – sottolinea la dirigente Concetta Tumminia – certamente, nel tavolo per la sicurezza in Prefettura, saranno presi tutti gli opportuni provvedimenti però oggi diamo un segnale ben preciso grazie all’Opera Teatrale. Cultura e legalità per colorare un territorio che possiede enormi potenzialità”.

Sul palco del teatro della Nuova Masseria Moncada va in scena il riadattamento dell’Opera del Mendicante (interpretata da Gianni Giuga, Antonella Guida, Ester Ventura, Diego Cannavò, Salvo Disca, Martina Scuto, Carlo Genova) nella versione ritmica in italiano e adattamento di Giovanni Grasso. Accanto a lui il direttore Giovanni Ferrauto, il regista Salvo Disca, il maestro del coro Chiara Vyssia Ursino. E ancora, Salvatore da Campo alle scenografie, ai costumi Noa Aretha e Violetta Prealoni, Lisa Silvia Scandura al trucco. Le musiche invece sono affidate a Ferrauto, Furnari, Lo Bartolo, Nilletti, Passanisi e Zappalà.  Ad esibirsi i giovani artisti del Conservatorio Vincenzo Bellini e dell’Ios Liceo Musicale ”Angelo Musco”. 

La Youth Music Ensemble è composta da Maia Pia Tricoli (pianoforte), Alessandra Marino (flauto), Giovanni Nicosia (clarinetto), Yuri Furnari (tromba), Mirko Calcaterra (fagotto), Giovanni Caruso e Rosario Gioeni (percussioni) mentre il coro è formato da Emma Bauer, Stefano Coppola, Lorenzo Cristofaro, Francesco Disca, Mariagrazia Natoli, Giuseppe Scuderi, Ludovica Strano, Noemi Strano, Mariachiara Ursino.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti:

Articoli correlati