Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

Catania

Librino, cancellato il murales della malavita e della droga

Di Redazione |

Tra cantanti neomelodici, che esaltano la “malavita”, tra spacciatori i quali, ad ogni ora del giorno e della notte, vendono ogni tipo di droga, quell’androne di viale San Teodoro n. 7 sembrava essere divenuto terra di conquista dell’antistato, di quella criminalità organizzata che trae dallo spaccio al minuto di sostanze stupefacenti risorse inesauribili.

Il luogo è stato fonte di ispirazione per diversi neomelodici catanesi i quali hanno utilizzato anche un simbolico murales – raffigurante un elfo in mezzo al giardino incantato intento a fumare una “canna”, tenendo anche in mano una pianta di canapa indiana – quale sfondo per un video musicale dove il linguaggio criminale (tra pistole dorate, mitra e spaccio) è dominante. Il murales è stato poi cancellato dai i Carabinieri e dal Comune di Catania e in particolare l’iscrizione che campeggiava in alto recitando : «I folletti del palazzo non amano farsi vedere, svaniscono come se fossero fatti di fumo!!».

Nello stesso contesto i carabinieri hanno anche arrestato due pregiudicati catanesi (di cui uno pregiudicato già sottoposto agli arresti domiciliari e l’altro titolare di una panetteria), per furto aggravato di energia elettrica, sono state denunciate 5 persone, tra le quali 4 donne, sempre per furto di energia elettrica, trovate e sequestrate 35 dosi di “cocaina”, nascoste in un anfratto dell’androne del caseggiato, nonché 14 cartucce da guerra, cal.7,62 NATO, occultate in una intercapedine al 4° piano dell’immobile di viale San Teodoro 7 e multato un panificio, a cura di personale del N.A.S., per 11 mila euro per violazioni alla norme igienico sanitarie e amministrative.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: