Notizie locali
Pubblicità

Catania

Il parco urbano, i posti auto e i bus: a Catania in piazzale Sanzio al via (finalmente) i lavori del parcheggio scambiatore

Con quattro mesi di ritardo sull'iniziale data prevista, si posa la prima pietra di un importante progetto di mobilità

Di Redazione

Oggi in piazzale Raffaello Sanzio, il sindaco facente funzioni, Roberto Bonaccorsi, insieme con gli assessori comunali Pippo Arcidiacono, Sergio Parisi, Michele Cristaldi e con il direttore generale di Ferrovia Circumetnea Salvo Fiore hanno dato finalmente il via ufficiale ai lavori di esecuzione del progetto per la realizzazione del parcheggio scambiatore, del parco a verde e della viabilità relativa all’area circostante. Finalmente perché si tratta di un progetto già finanziato dalla Regione siciliana e i cui lavori erano stati annunciati trionfalmente dal Comune lo scorso novembre, quando l'amministrazione disse che i lavori sarebbero cominciati a gennaio 2022. Ma per una serie di ritardi, più o meno giustificati, si è arrivati a maggio. 

Pubblicità

«È la prima grande opera pubblica dell'amministrazione Pogliese - disse allora l'assessore alla Mobilità, Arcidiacono - ci aspettiamo si proceda senza intoppi». E invece, a quattro anni dall'elezione del sindaco Pogliese (oggi sospeso per la condanna nel processo sulle spese pazze all'Ars), la prima grande opera pubblica di quella che vuoi o noi vuoi è la sua amministrazione, è ancora lontana dal vedere la luce. Oggi comunque si posa la prima pietra. 

La gara è stata aggiudicata in via telematica per la somma di 3,657 milioni di euro al Consorzio stabile Agoraa di Tremestieri Etneo, con un ribasso del 29,92 % sulla base d’asta. 

Il nuovo cantiere prevede di costruire l'area di sosta scambiatore “Sanzio”, con 315 stalli per auto e 12 per bus, con ampie zone a verde attrezzato e giochi per bambini, oltre a un nuovo piano viario della zona che connette piazza Michelangelo a via Vincenzo Giuffrida. Il nuovo parcheggio è stato infatti ridisegnato per realizzare e anche per semplificare la mobilità e la circolazione, con l’eliminazione del semaforo a tre cicli, che coniuga efficienza con vivibilità sia per il grande spazio a verde che sorgerà a specchio con parco Falcone, sia per il nuovo assetto viario del progetto, finalizzato a eliminare i pericoli per automobilisti e pedoni. 

Il progetto prevede anche due ampi spazi con copertura a “vela” per garantire zone ombreggiate e di riparo dalle piogge, in grado di resistere ai venti più forti: una verrà posizionata nella zona del capolinea Amt e un’altra nello spazio giochi attrezzato per i bambini. I lavori secondo il capitolato d’appalto dureranno al massimo 18 mesi.  

 

 

Quando sarà pronto il nuovo parcheggio,  a piazzale Sanzio si potrà lasciare l’auto con un sistema di tariffazione integrata favorevole per l’utenza, per raggiungere in pochi minuti il centro cittadino col bus, contribuendo a limitare le emissioni inquinanti in atmosfera e ridurre le congestioni veicolari.

«La sinergia tra Regione Siciliana e Comune di Catania ha dato prova di efficienza e capacità nell’interesse dei cittadini sbloccando un’altra opera pubblica nel capoluogo etneo», ha detto questa mattina l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla mobilità Marco Falcone a Catania in occasione dell’avvio del cantiere per la realizzazione del parcheggio scambiatore.

«Da almeno due lustri - ha aggiunto Falcone - si attendeva l'avvio di questi lavori per cui il governo Musumeci ha impegnato nel complesso oltre sette milioni di euro all’interno del più ampio Piano Parcheggi per le Città metropolitane di Sicilia per un totale di 100 milioni. La realizzazione del parcheggio scambiatore concorrerà alla crescita dell’intermodalità del trasporto pubblico a Catania e nell’hinterland, favorendo l’abbandono dell’auto privata e l'abbattimento dei volumi di traffico». 

La prima parte dei lavori nel cantiere si svilupperà nell’area già recintata del piazzale Sanzio, anzitutto con gli indispensabili sottoservizi, lo sbancamento e proseguirà con la sistemazione delle ampie aree a verde e degli stalli per le auto e per i bus dell’Amts e delle linee interurbane. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA