Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

infrastrutture

Autostrada Catania – Ragusa, appaltati quattro lotti per un totale di 1,1 miliardi di euro

Si tratta dei tratti da Ragusa a Chiaramonte, poi fino a Grammichele, fino a Licodia e fino all'autostrada Catania Siracusa 

Di Redazione |

Anas ha aggiudicato quattro lotti esecutivi per la realizzazione dell'autostrada Ragusa-Catania. L’investimento complessivo per la realizzazione del nuovo collegamento è pari a 1 miliardo e 434 milioni di euro, in parte di fondi regionali e in parte di risorse dell'Anas. La gara d'appalto era stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale il 10 agosto 2022. Lo scorso dicembre erano state pubblicate le graduatorie delle offerte. Tale importo include anche, come del resto nel primo bando, il piano di monitoraggio ambientale in corso d’opera, gli oneri relativi alla sicurezza e quelli relativi al protocollo di legalità, non soggetti a ribasso d’asta. La gara comprende quattro lotti esecutivi: Il lotto 1, tra Ragusa e Chiaramonte Gulfi, dallo svincolo con la statale 115 “Sud Occidentale Sicula” allo svincolo con la sp 5 e prevede un importo lavori complessivo di quasi 220 milioni di euro. Il lotto 2, ricadente nei comuni di Chiaramonte Gulfi e Licodia Eubea, dallo svincolo con la sp 5 allo svincolo di Grammichele prevede un importo di quasi 278 milioni di euro. Il lotto 3, per un importo pari a 235 milioni di euro, copre il tracciato dallo svincolo di Grammichele allo svincolo di Francofonte e ricade nei territori comunali di Licodia Eubea, Vizzini e Francofonte. Il lotto 4, infine, per un importo di oltre 369 milioni di euro, copre il tratto finale del tracciato, dallo svincolo di Francofonte all’autostrada Catania-Siracusa, nei comuni di Francofonte, Lentini e Carlentini.  I lotti 1 e 3 prevedono una durata per la realizzazione pari a 1095 giorni, comprensivi di 195 giorni per andamento stagionale sfavorevole, mentre i lotti 2 e 4 prevedono una durata di 1280 giorni, comprensivi di 225 giorni per andamento stagionale sfavorevole. 

«E' un passo importante – ha detto il presidente della Regione Renato Schifani – Seguiremo con attenzione l’iter dell’opera che risponde a una decennale necessità di infrastrutture per la crescita dell’economia di quella parte della Sicilia e per il diritto alla mobilità dei siciliani. Dare alla nostra Isola una rete viaria completa, moderna ed efficiente resta una delle priorità del mio governo».     

«La Regione – aggiunge l’assessore alle Infrastrutture e alla mobilità, Alessandro Aricò – ha dato un impulso decisivo e investito importanti risorse affinché l’arteria viaria possa divenire realtà, liberando il territorio dalle difficoltà connesse all’attuale asse stradale. Adesso confidiamo in una nuova accelerazione per arrivare quanto prima all’apertura dei cantieri. Vigileremo sui tempi e sull’andamento dei lavori».  COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: