Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

Cronaca

Il sindaco di Siracusa: «Inchiesta nasce da nostro esposto»

Di Redazione |

«Sono contento che la magistratura abbia rivolto la sua attenzione su quanto accade nella zona industriale e sui ripetuti casi di molestie olfattive di questi anni».

Così il sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo, dopo il sequestro degli stabilimenti Esso e Isab. Il primo cittadino mesi fa aveva anche presentato un esposto alla Procura: «Il sequestro preventivo conferma la bontà del lavoro svolto dall’amministrazione comunale al tavolo Aia del ministero dell’Ambiente, perché le prescrizioni imposte alle aziende per la restituzione degli impianti siano uguali a quelle che siamo riusciti a introdurre nel corso delle riunioni in sede Aia».

Sul sequestro interviene anche il parlamentare all’Ars del Gruppo Pid – Grande Sud, Pippo Gennuso: «Lo avevamo denunciato da anni che l’aria era irrespirabile nel quadrilatero della morte, Siracusa, Priolo Gargallo, Melilli e Augusta. Oggi la magistratura ci ha dato ragione. Serve un intervento finanziario del governo centrale e dell’Europa per avviare la bonifica»COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati