Notizie Locali


SEZIONI
Catania 29°

Giudiziaria

Messina Denaro, Ingroia legale di un presunto favoreggiatore: «Sto dalla parte giusta»

L'ex pm ha accettato con riserva di difendere l'architetto Massimo Gentile

Di Redazione |

«Io sto sempre dalla parte giusta. Ho accettato con riserva la nomina di Massimo Gentile come suo difensore a patto che egli riesca a dare convincenti spiegazioni rispetto ai fatti apparentemente incontestabili che obiettivamente lo accusano. Lo difenderò solo se il mio intervento potrà aiutare ad accertare la verità sulle coperture degli anni di latitanza di cui ha goduto lo stragista Matteo Messina Denaro. Con lo stesso spirito anni fa offrii pubblicamente e provocatoriamente la mia difesa a Matteo Messina Denaro». Lo ribadisce Antonio Ingroia rispetto «alle notizie di stampa che mostrano sorpresa del fatto che io, oggi avvocato, ma già ex pm antimafia coordinatore per anni delle indagini antimafia di Palermo, possa difendere l’architetto Massimo Gentile accusato dalla stessa Procura di Palermo di essere un favoreggiatore di Matteo Messina Denaro».

«Mi trovo all’estero e quindi non ho potuto finora interloquire con Gentile personalmente, ma in modo indiretto, attraverso il codifensore Michele Melchiorre, ho appreso da lui e dai suoi familiari che sarà in grado di fornire le spiegazioni che lo scagioneranno – aggiunge Ingroia -. Il dovere di un avvocato è di difendere comunque il proprio assistito, ma la coerenza con la mia storia e le mie idee mi impongono di difendere solo posizioni che ritengo difendibili. Quindi ribadisco che valuterò nei prossimi giorni se confermare con convinzione o rinunciare alla nomina sulla base delle spiegazioni che potrà dare Gentile e delle verifiche conseguenti che svolgerò con l’ausilio dei miei collaboratori».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA