Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Mascali, in manette tre "predoni" catanesi di catalizzatori

Padre e figlio e un'altra persone fermate con nove impianti appena rubati nella notte

Di Redazione

Arrestati altri tre predoni di catalizzatori. I Carabinieri della Stazione di Riposto supportati dai colleghi della Sezione Radiomobile della Compagnia di Giarre, hanno infatti fermato tre catanesi, padre e figlio rispettivamente di 56 e 35 anni e un 32enne per furto aggravato in concorso. I tre stavano “operando” intorno ad alcuni veicoli parcheggiati in località Nunziata del Comune di Mascali. In particolare, l’uomo ha udito da casa un forte rumore di taglio meccanico proveniente dalla strada e vi si è precipitato per verificare la sua auto parcheggiata, notando allontanarsi in gran fretta una Fiat Punto e costatando poi l’ammanco del catalizzatore dal proprio veicolo. Ha subito avvertito il 112 e i carabinieri hanno intercettato la Fiat Punto con a bordo tre uomini che non hanno saputo fornire giustificazioni “convincenti” circa la loro presenza in quei luoghi. A seguito di una accurata perquisizione del veicolo, gli operanti hanno rinvenuto 9 catalizzatori di autovetture le cui estremità tubolari presentavano tagli netti, un elettroutensile a batteria con lama inserita, 5 batterie ed altri arnesi idonei allo scasso. I tre sono finiti agli arresti domiciliari.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA