Notizie locali
Pubblicità

Economia

Sostegno alle aziende dissequestrate, c'è il via libera dell'Assemblea regionale

Approvato con 24 voti su 42 presenti. Soddisfatto Caputo (Fi) primo firmatario. La norma prevede l'istituzione di un fondo di solidarietà

 

Di Redazione

- «È un momento importante per il Parlamento siciliano. L’approvazione del disegno di legge sarà un’azione di impulso per il Parlamento nazionale e sono certo che sarà dedicata particolare attenzione agli imprenditori delle aziende dissequestrate con provvedimento definitivo per garantire loro un risarcimento e quindi una sana ripartenza. Per questo confido nel sostegno di tutti i colleghi deputati, al di là dell’appartenenza politica».

Pubblicità

Lo ha detto il deputato regionale di Forza Italia Mario Caputo, primo firmatario della norma sull'istituzione di un fondo di solidarietà per l’erogazione di contributi per le aziende sequestrate e dissequestrate con provvedimento definitivo, approvata con 24 voti favorevoli su 42 deputati presenti.

«Sono molto soddisfatto - conclude Caputo, a seguito della votazione. - È mia intenzione, pertanto, ringraziare tutti i colleghi deputati che hanno scelto, al di là del colore politico, di supportare la mia proposta, esprimendo voto favorevole e permettendo di portare al vaglio del Parlamento nazionale il disegno di legge già condiviso dagli esponenti di Forza Italia alla Camera dei Deputati e al Senato».

«Dall’Assemblea regionale siciliana - ha detto Matilde Siracusano, deputata siciliana di Forza Italia. - arriva una bella pagina di politica, grazie all’iniziativa del deputato regionale di Forza Italia, Mario Caputo. L’Ars chiede al Parlamento e al governo nazionale di istituire un fondo di solidarietà a favore delle imprese dissequestrate a seguito di misure di prevenzione poi revocate, che troppo spesso hanno comportato la distruzione ed il fallimento di attività e di persone innocenti ed estranee alla mafia. Gli imprenditori vittime della malagiustizia devono avere una qualche forma di ristoro, per provare a riavviare la propria vita. Bene che la Regione abbia avuto queste capacità e sensibilità».

 

 

Così

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: