Notizie locali

Gallery

Coronavirus, a New York si scavano fosse comuni per i morti: le immagini shock

Di Redazione
Pubblicità

ROMA  - Bare sepolte una accanto all’altra in fosse comuni vicino New York. Sono le immagini shock riprese da
un drone e pubblicate oggi dalla Bbc online, che raccontano dell’emergenza coronavirus nell’area. La fossa comune si trova a Hart Island, al largo del Bronx, una zona che da oltre 150 anni viene utilizzata per seppellire (ma finora separatamente) chi non può permettersi funerali o posti al cimitero. 

Lo stato di New York, come è noto, ha più casi di coronavirus di qualsiasi Paese al mondo. Per la precisione, secondo l’ultimo aggiornamento della Johns Hopkins University, 161.807 con un incremento di oltre 10.000 nelle ultime 24 ore. Negli Stati Uniti i contagiati sono 466.299, le vittime 16.686.

Le foto scattate dal drone mostrano 40 bare che sono state interrate ieri. Nei giorni scorsi il sindaco di New York aveva accennato alla possibilità di usare «cimiteri temporanei» fino a che la crisi fosse passata e aveva menzionato Hart Island come «il luogo storicamente» adibito a quell'uso.

Nello Stato di New York mercoledì sono morte 799 persone a causa del coronavirus, il numero più alto da quando è esplosa la pandemia: i decessi in totale sono 7.067.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: