Notizie Locali


SEZIONI
Catania 34°

agenzia

Conte, chiedere la vittoria militare in Ucraina è folle

Non potevamo sottoscrivere la risoluzione votata dal Pe

Di Redazione |

CHIETI, 01 MAR – “Noi non potremmo mai sottoscrivere quello che è scritto nella risoluzione che ieri è stata votata da tutte le forze politiche italiane che sono rappresentate nel Parlamento europeo e cioè che l’obiettivo principale dopo due anni rimane quello di ottenere una vittoria militare sulla Russia”. Lo ha detto il leader dei 5 stelle, Giuseppe Conte. “Noi vogliamo aiutare la popolazione ucraina a uscire da questa vicenda in modo assolutamente dignitoso, onorevole, tutelando la sua sovranità. Questo si. Ma pensare di continuare con questa escalation militare, questa strategia folle per sperare di ottenere una vittoria militare sulla Russia, che ha seimila testate nucleari è folle”, ha sottolineato. “Ci dice – chiede il leader pentastellato – chi ha sottoscritto quella risoluzione del parlamento europeo che cosa significa? Vogliono accettare lo scontro nucleare, il rischio nucleare? Che cosa significa una vittoria militare sulla Russia? Cosa significa scrivere su quella risoluzione che d’ora in poi ogni paese membro dell’Unione europea si impegna a destinare per gli aiuti militari all’Ucraina ogni anno lo 0,25 del Pil, sono 5 miliardi. Giorgia Meloni si è vantata di aver messo solo tre miliardi sulla sanità. Cinque miliardi li diamo all’Ucraina? Avete visto in tutta come è disastrata la sanità?”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: