Notizie Locali


SEZIONI
Catania 31°

agenzia

Fu arrestato per violenza sessuale su due pazienti, assolto

Il pm aveva chiesto 7 anni, l'uomo in lacrime dopo la sentenza

Di Redazione |

MILANO, 10 LUG – Era stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata per aver molestato due degenti di 82 e 83 anni ricoverate per la riabilitazione all’ospedale Gaetano Pini, ma oggi il Tribunale di Milano lo ha assolto ritenendo non sia stata raggiunta o non sia stata dimostrata con chiarezza la prova. Si è chiuso così il processo a un operatore socio sanitario, l’anno scorso finito ai domiciliari e licenziato dalla cooperativa di cui era dipendente. Dopo la lettura del dispositivo l’uomo, 60enne, incensurato, e che si è sempre proclamato innocente è scoppiato in lacrime. La Procura aveva chiesto 7 anni di carcere. A decidere di assolvere con formula dubitativa l’operatore socio sanitario è stata l’undicesima sezione penale del Tribunale, presieduta da Fabrizia Pironti Di Campagna. Le motivazioni saranno depositate entro 70 giorni. “E’ stato un grosso equivoco – hanno spiegato Maria Cristina Tognoni e Maria Pia Licata, le avvocatesse che difendono l”oss – E’ un uomo che ha sempre avuto una condotta ineccepibile sia nella vita privata, sia nel lavoro dove era apprezzato da tutti”. Originario del Perù, residente in Provincia di Bergamo, con moglie e un figlio che lo hanno sempre supportato in questo anno, ha lavorato per oltre 14 anni all’ospedale Gaetano Pini. Fino a quando un giorno le due anziane ricoverate per la riabilitazione, tramite i famigliari, lo hanno denunciato sostenendo di essere state molestate nei momenti in cui lui si occupava della loro igiene personale. L’indagine coordinata dal pm Rosaria Stagnato e dall’aggiunto Letizia Mannella, l’anno scorso, ha portato il gip Giulio Fanales a firmare un provvedimento di arresti domiciliari. L’uomo era stato riconosciuto dalle due anziane attraverso fotografie e un’audizione protetta. Al termine del dibattimento è stato assolto.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: