Notizie locali
Pubblicità

Italia

Nigeria: Acs, fonti Chiesa locale confermano oltre 50 morti

Le vittime sono state trasportate in diversi obitori

Di Redazione

CITTÀ DEL VATICANO, 06 GIU - Fonti della Chiesa di Owo, nello Stato nigeriano di Ondo, teatro della strage avvenuta ieri nella chiesa di san Francesco Saverio, hanno fornito alla fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa un aggiornamento sulle vittime dell'attentato. "Gli obitori nei quali sono stati trasferiti i corpi senza vita sono più di uno. Nel primo finora visitato dalla nostra fonte sono stati condotti 25 cadaveri". La stessa fonte tuttavia precisa che i corpi senza vita identificati e confermati sono oltre 50. "Sarà possibile avere un numero definitivo solo dopo aver visitato tutti i reparti dei diversi ospedali", riferisce Acs. Il bilancio fornito dalle autorità civili è invece di 21 morti. Ma i sacerdoti sul campo forniscono una versione diversa. Quanto alla dinamica dell'attentato, fonti della Chiesa locale, che non possono essere citate "per motivi di sicurezza", hanno riferito ad Aiuto alla Chiesa che Soffre, che sostiene i cristiani perseguitati in tutto il mondo, che "due dei responsabili del massacro erano all'interno del luogo di culto, mentre un numero imprecisato di ulteriori aggressori era fuori la chiesa. Dopo i primi colpi di arma da fuoco i fedeli hanno tentato di fuggire sia dal portone principale sia dalle finestre". Acs riferisce ancora che "è stato impossibile condurre tutte le vittime in un solo ospedale, per cui è stato necessario suddividerle in piccoli gruppi per poi affidarle alle cure di diverse strutture sanitarie". Per questo è necessario - conclude la fondazione -, per un bilancio dell'attentato, verificare tutte le strutture che hanno accolto vittime e feriti.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: