Notizie locali
Pubblicità

Italia

Ucraina: vescovo Trieste partecipa a Messa rito orientale

Lanciata raccolta fondi

Di Redazione

TRIESTE, 27 FEB - Oltre "all'attenzione pastorale" per "i fratelli e le sorelle dell'Ucraina e dei paesi limitrofi", è "necessario" dare il via a una raccolta di fondi per "contribuire alla fornitura di beni di prima necessità agli organismi pastorali e umanitari delle Chiese locali che ora hanno più che mai necessità di rifornimenti e attrezzature per rispondere all'emergenza provocata dalla guerra". E' la proposta lanciata dal Vescovo di Trieste, mons. Giampaolo Crepaldi, in occasione della Santa Messa in rito orientale nella chiesa del Seminario vescovile, per portare la sua vicinanza, e quella di tutta la Chiesa tergestina, alla comunità ucraina. Il riferimento è in particolare a "generi alimentari, prodotti per igiene, medicinali", "fornitura di acqua potabile, distribuzione di materiale per garantire il riparo e il riscaldamento delle famiglie". "Vi chiediamo di starci vicino con la solidarietà e la preghiera": è stato l'appello di Tetiana Stawnychy, presidente di Caritas Ucraina, che ha assicurato che al momento tutti gli operatori sono illesi e fronteggiano l'emergenza. Oltre alla Caritas, un altro referente è l'Associazione Siamo Mission da molti anni presente in Moldavia dove sono già arrivati migliaia di profughi ucraini in fuga. Da mercoledì 2 marzo 2022 - Mercoledì delle Ceneri - e per tutto il tempo di Quaresima, il Vescovo ha disposto una raccolta di libere offerte. Quanto raccolto dalle parrocchie, dalle Comunità Religiose, Cammini, Movimenti Ecclesiali, Associazioni e singoli fedeli potrà essere versato sul conto corrente di Banca Etica.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: